Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 9843 del 14/04/2021

Cassazione civile sez. VI, 14/04/2021, (ud. 02/12/2020, dep. 14/04/2021), n.9843

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Presidente –

Dott. SCOTTI Umberto L.C.G. – Consigliere –

Dott. ACIERNO Maria – Consigliere –

Dott. TRICOMI Laura – Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 9818-2018 proposto da:

GENERALI ITALIA SPA, in persona del suo procuratore speciale,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA SAVOIA 84, presso lo studio

dell’avvocato SIMONA FILIPPONE, rappresentata e difesa dall’avvocato

ERASMO AUGERI;

– ricorrente –

contro

BANCO DI NAPOLI SPA, in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE G. MAZZINI, 73,

presso lo studio dell’avvocato ARNALDO DEL VECCHIO, rappresentata e

difesa dall’avvocato GENNARO IOLLO;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 759/2018 del TRIBUNALE di NAPOLI, depositata

il 24/01/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 02/12/2020 dal Consigliere Relatore Dott. ALDO

ANGELO DOLMETTA.

LA CORTE.

 

Fatto

RILEVATO

che:

con atto datato 13 novembre 2020, la ricorrente s.p.a. Generali Italia ha dichiarato, “in accordo con la controricorrente s.p.a. Banco di Napoli”, di rinunciare al ricorso per Cassazione R.G. n. 9818/2018;

in calce a tale dichiarazione, con atto sempre datato 13 novembre 2020, la s.p.a. Banca Intesa, procuratore del Banco di Napoli s.p.a., ha provveduto ad “accettare” la detta rinuncia.

P.Q.M.

dichiara estinto il processo.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sesta Sezione civile – 1, il 2 dicembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 14 aprile 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA