Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 9564 del 25/05/2020

Cassazione civile sez. VI, 25/05/2020, (ud. 20/02/2020, dep. 25/05/2020), n.9564

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. COSENTINO Antonello – Presidente –

Dott. CASADONTE Annamaria – Consigliere –

Dott. FORTUNATO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. DONGIACOMO Giuseppe – Consigliere –

Dott. BESSO MARCHEIS Chiara – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 13430/2019 R.G. proposto da:

P.F., rappresentata e difesa dall’avv. Gianluca

Fontanella, elettivamente domiciliata in Roma, Via della Pineta

Sacchetti n. 201.

– ricorrente –

contro

ROMA CAPITALE, in persona del Sindaco p.t..

AGENZIA DELLE ENTRATE RISCOSSIONE S.P.A., in persona del legale

rappresentante p.t..

– intimate –

avverso la sentenza del tribunale di Roma n. 722/2019, depositata in

data 11.1.2019.

Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del giorno

20.2.2020 dal Consigliere Giuseppe Fortunato.

Fatto

RITENUTO

che:

– in relazione al problema della derogabilità dei minimi tabellari previsti dal D.M. n. 37 del 2018, sollevato in ricorso e nella memoria illustrativa, la causa debba essere rimessa alla pubblica udienza, data la rilevanza nomofilattica della suddetta questione.

P.Q.M.

rimette la causa alla pubblica udienza.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 20 febbraio 2020.

Depositato in Cancelleria il 25 maggio 2020

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA