Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 9519 del 12/04/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 12/04/2017, (ud. 10/03/2017, dep.12/04/2017),  n. 9519

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. DI VIRGILIO Rosa Maria – Presidente –

Dott. CRISTIANO Magda – Consigliere –

Dott. GENOVESE Francesco Antonio – Consigliere –

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Consigliere –

Dott. DE CHIARA Carlo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 28922-2015 proposto da:

N.A., elettivamente domiciliato in ROMA, PIAZZA CAVOUR,

presso la CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE, rappresentato e difeso

dall’avvocato MASSIMO PROIETTI;

– ricorrente –

contro

PREFETTURA TERNI;

– intimata –

avverso l’ordinanza n. 561/2015 del GIUDICE DI PACE di TERNI,

depositata il 14/11/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 10/03/2017 dal Consigliere Dott. DE CHIARA CARLO.

Fatto

FATTO E DIRITTO

ritenuta la nullità della notifica del ricorso, eseguita presso l’Avvocatura dello Stato anzichè al Prefetto di Terni presso il suo ufficio.

PQM

La Corte rinvia la causa a nuovo ruolo disponendo il rinnovo della notifica del ricorso al Prefetto di Terni presso il suo Ufficio entro il termine di giorni 60 della comunicazione della presente ordinanza.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio, il 10 marzo 2017.

Depositato in Cancelleria il 12 aprile 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA