Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 8880 del 14/04/2010

Cassazione civile sez. I, 14/04/2010, (ud. 11/03/2010, dep. 14/04/2010), n.8880

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. VITRONE Ugo – President – –

Dott. CECCHERINI Aldo – Consiglie – –

Dott. RAGONESI Vittorio – Consiglie – –

Dott. CULTRERA Maria Rosaria – Consiglie – –

Dott. GIANCOLA Maria Cristina – rel. Consiglie – –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 2074-2005 proposto da:

G.L.M. (C.F. (OMISSIS)), elettivamente

domiciliata in ROMA, VIA DEI GRACCHI 187, presso l’avvocato MAGNANO

DI SAN LIO GIOVANNI, rappresentata e difesa dall’avvocato TAFURI

LUIGI, giusta procura a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

COMUNE DI CALTAGIRONE;

– intimato –

sul ricorso 4844-2005 proposto da:

COMUNE DI CALTAGIRONE (C.F. (OMISSIS)), in persona del Sindaco

pro tempore, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA GREGORIO VII 396,

presso l’avvocato GIUFFRIDA ANTONIO, rappresentato e difeso

dall’avvocato SCUDERI ANDREA, giusta procura a margine del

controricorso e ricorso incidentale;

– controricorrente e ricorrente incidentale –

contro

G.L.M., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI

GRACCHI 187, presso l’avvocato MAGNANO DI SAN LIO GIOVANNI,

rappresentata e difesa dall’avvocato TAFURI LUIGI, giusta procura a

margine del ricorso principale;

– controricorrente al ricorso incidentale –

avverso la sentenza n. 928/2004 della CORTE D’APPELLO di CATANIA,

depositata il 05/10/2004;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

11/03/2010 dal Consigliere Dott. MARIA CRISTINA GIANCOLA;

udito, per la ricorrente, l’Avvocato LUIGI TAFURI che ha chiesto

l’accoglimento del ricorso principale; il rigetto dell’incidentale;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

RUSSO ROSARIO GIOVANNI che ha concluso, previa riunione, per

l’accoglimento del primo motivo del ricorso principale con

l’assorbimento del secondo motivo; per l’assorbimento del primo

motivo ed il rigetto del secondo del ricorso incidentale.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

– Visto il ricorso principale (RG 2074/05) proposto in base a due motivi, da G.L.M. nei confronti del Comune di Caltagirone, avverso la sentenza del 2.04-5.10.2004, in tema di indennita’ di espropriazione e di occupazione legittima, resa dalla Corte di appello di Catania;

– Visto il controricorso ed il ricorso incidentale (RG 4844/05) affidato a due motivi proposto contro la medesima pronuncia dal Comune di Caltagirone.

Diritto

RITENUTO

a. che con il secondo motivo del ricorso incidentale il Comune di Caltagirone denunzia “Violazione del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504, art. 16 in relazione all’art. 360 c.p.c., nn. 3 e 5”, dolendosi della mancata applicazione della rubricata norma nell’ipotesi di omessa presentazione della dichiarazione ICI;

b. che all’udienza pubblica del 25.02.2010, con riguardo al ricorso principale RG n. 1474/05, del CS Area Sviluppo Industriale Sassari Porto Torres ed ai relativi ricorsi incidentali RG nn 4433/05 e 4846/05 e con riferimento alle questioni inerenti all’ambito interpretativo ed applicativo dell’art. 16 del Decreto Legislativo del 30 dicembre 1992 n. 504, e’ stata disposta la rimessione al Primo Presidente di questa Corte per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, ai sensi dell’art. 374 c.p.c., comma 2.

c. che per i medesimi motivi che hanno gia’ indotto a ravvisare l’opportunita’ che sulla controversa questione di particolare importanza questa Corte si pronunci a Sezioni Unite, anche i ricorsi oggetto del presente giudizio debbano essere rimessi al Primo Presidente di questa Corte per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite.

P.Q.M.

Rimette i ricorsi RG 2074/05 e RG 4844/05 al Primo Presidente di questa Corte per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite.

Così deciso in Roma, il 11 marzo 2010.

Depositato in Cancelleria il 14 aprile 2010

 

 

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA