Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 8779 del 05/04/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. trib., 05/04/2017, (ud. 28/03/2017, dep.05/04/2017),  n. 8779

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CHINDEMI Domenico – Presidente –

Dott. BOTTA Raffaele – Consigliere –

Dott. DE MASI Oronzo – Consigliere –

Dott. CARBONE Ernesto – rel. Consigliere –

Dott. FASANO Anna Maria – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 4794/2012 R.G. proposto da:

Agenzia delle Entrate, rappresentata e difesa dall’Avvocatura

Generale dello Stato, presso i cui uffici in Roma alla Via dei

Portoghesi n. 12 domicilia ex lege;

– ricorrente –

contro

“Eredi Dr. S.M.” s.n.c., S.T. e

S.P., rappresentati e difesi dagli Avv.ti Alfredo Carraturo e

Valentino Fedeli, elettivamente domiciliati presso lo studio del

secondo in Roma alla via Lucrezio Caro n. 62, per procura in calce

al controricorso;

– controricorrenti –

avverso la sentenza della Commissione Tributaria Regionale del Lazio

n. 1144/39/10 depositata il 30 dicembre 2010.

Udita la relazione svolta nella Camera di consiglio del 28 marzo 2017

dal Consigliere Dott. Enrico Carbone.

Fatto

FATTO E DIRITTO

rilevato che:

– Riguardo alla cessione a titolo oneroso di un’azienda farmaceutica di provenienza ereditaria, l’Agenzia delle Entrate impugna per cassazione la decisione di annullamento dell’avviso di accertamento che recupera a tassazione ai fini dell’imposta sui redditi la plusvalenza da avviamento già attinta dall’imposta di successione.

– L’unico motivo del ricorso per cassazione denuncia violazione e falsa applicazione del D.P.R. n. 917 del 1986, artt. 54 e 81, D.Lgs. n. 346 del 1990, per aver il giudice d’appello negletto l’autonomia di base imponibile tra imposta di successione e imposta sui redditi.

– Il mezzo è infondato, poichè la fattispecie successoria risale al 1994 (pag. 1 di ricorso), quando ancora non vigeva il principio di neutralità fiscale di successioni e donazioni (introdotto dalla L. n. 662 del 1996, art. 3, comma 25, modificativo del D.P.R. n. 917 del 1986, artt. 54 e 81); in quel regime, la cessione a titolo oneroso dell’azienda di provenienza ereditaria o liberale poteva dar luogo a una plusvalenza tassabile come reddito diverso del cedente solo per l’eccedenza del corrispettivo di cessione rispetto al valore di avviamento al tempo della successione o donazione (Cass. 11 febbraio 2013, n. 3190, Rv. 625686).

– Il ricorso deve essere respinto, ma la caduta intertemporale della fattispecie impone di compensare le spese processuali.

PQM

Respinge il ricorso e compensa le spese.

Così deciso in Roma, nell’adunanza camerale, il 28 marzo 2017.

Depositato in Cancelleria il 5 aprile 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA