Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 8654 del 08/05/2020

Cassazione civile sez. VI, 08/05/2020, (ud. 24/10/2019, dep. 08/05/2020), n.8654

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele – Presidente –

Dott. RUBINO Lina – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – rel. Consigliere –

Dott. DELL’UTRI Marco – Consigliere –

Dott. TATANGELO Augusto – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA PER CORREZIONE ERRORE MATERIALE

sul ricorso 20685-2019 proposto da:

INDEPENDENT PROMOTIONS LTD, in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA CONCA D’ORO 287,

presso lo studio dell’avvocato ITALIA TRIFILIO, rappresentata e

difesa dall’avvocato EFREM GRECO;

– ricorrente –

contro

M.R.F., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA

ANTONIO MUSA 21, presso lo studio dell’avvocato GIUSEPPE MANDARA,

che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato GIUSEPPE

VISCONTI;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 2069/2015 della CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE di

ROMA, depositata il 5/02/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 24/10/2019 dal Consigliere Relatore Dott. SCRIMA

ANTONIETTA.

Fatto

RILEVATO

che:

Independent Promotion LTD ha proposto ricorso per correzione di errore materiale della sentenza n. 20695/2015, depositata il 5 febbraio 2015 (e non il 15 febbraio 2015, come, per evidente lapsus calami, indicato nel predetto ricorso), emessa da questa Corte, deducendo che in tale sentenza la denominazione dell’attuale ricorrente, controricorrente nel giudizio conclusosi con la richiamata decisione, sarebbe stata erroneamente indicata come “Indipendent Promotion LTD” anzichè “Independent Promotion LTD”, essendo quest’ultima l’esatta denominazione, come risultante dal “Certificate of goodstanding” rilasciato dalla Repubblica delle Isole Marshall in data 29 gennaio 2019, allegato al ricorso;

M.R.F. ha depositato controricorso;

la proposta del relatore è stata ritualmente comunicata, unitamente al decreto di fissazione dell’adunanza in camera di consiglio, ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c..

Diritto

CONSIDERATO

che:

il lamentato errore materiale (come già sopra evidenziato, indicazione, nella sentenza di cui si chiede la correzione, del nome della controricorrente come Indipendent Promotions LTD piuttosto che come Independent promotions LTD, come richiesto dall’attuale ricorrente) non risulta derivante da una semplice svista o “lapsus calami” del Collegio (ex multis, v. Cass., ord., 18/07/2019, n. 19437), alla luce di quanto risulta dalla stessa sentenza di cui si chiede la correzione e perfino dagli atti introduttivi del giudizio di cassazione cui la stessa si riferisce e dalla sentenza impugnata in quella sede (v., in particolare, l’intestazione del controricorso, datato 15 settembre 2011 e relativo al giudizio NRG 14454/2011, definito con la sentenza di cui si chiede la correzione, e la procura speciale posta in calce allo stesso);

anche il controricorrente ha dedotto che negli atti di controparte la società era stata indicata come “Indipendent Promotions”;

il preteso errore non è, pertanto, correggibile ai sensi degli artt. 287 e 391-bis c.p.c.;

ritenuto che:

il ricorso vada, alla luce di quanto sopra evidenziato, dichiarato inammissibile;

non vi sia luogo per provvedere sulle spese di questo procedimento (Cass., sez. un,, ord., 27/06/2002, n. 9438; Cass., ord., 4/05/2009, n. 10203; Cass., ord., 17/09/2013, n. 21213; Cass., ord., 4/01/2016, n. 14; Cass., sez. un., ord., 28/02/2017, n. 5061);

P.Q.M.

La Corte dichiara inammissibile il ricorso.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio della Sesta Sezione Civile -3 della Corte Suprema di Cassazione, il 24 ottobre 2019.

Depositato in cancelleria il 8 maggio 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA