Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 8243 del 30/03/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. un., 30/03/2017, (ud. 22/11/2016, dep.30/03/2017),  n. 8243

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. RORDORF Renato – Primo Presidente f.f. –

Dott. PICCININNI Carlo – Presidente di sez. –

Dott. AMOROSO Giovanni – Presidente di sez. –

Dott. DI IASI Camilla – Presidente di sez. –

Dott. BERNABAI Renato – Consigliere –

Dott. BIELLI Stefano – Consigliere –

Dott. BRONZINI Giuseppe – Consigliere –

Dott. VIRGILIO Biagio – rel. Consigliere –

Dott. CIRILLO Ettore – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 15560-2015 proposto da:

S.F., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA MARIO DE’

FIORI 42, presso lo studio dell’avvocato SALVATORE AJELLO, che lo

rappresenta e difende, per delega in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

A.T.E.R. – AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL

COMUNE DI ROMA, in persona del Direttore pro tempore, elettivamente

domiciliata in ROMA, VIA PAULUCCI DE CALBOLI 20-E, presso

l’Avvocatura dell’Ente, rappresentata e difesa dall’avvocato EDMONDA

ROLLI, per delega a margine del controricorso;

– controricorrente –

e contro

ROMA CAPITALE;

– intimata –

per regolamento di giurisdizione in relazione al giudizio pendente n.

72088/20174 del TRIBUNALE di ROMA e al giudizio pendente n.

5072/2015 del TAR del Lazio;

udito l’Avvocato Salvatore AJELLO;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

22/11/2016 dal Consigliere Dott. BIAGIO VIRGILIO;

lette le conclusioni scritte del Sostituto Procuratore Generale dott.

PATRONE Ignazio, il quale chiede alla Corte di dichiarare la

giurisdizione dell’AGO.

Fatto

RILEVATO IN FATTO

che:

S.F. ha proposto istanza di regolamento della giurisdizione in pendenza: a) del giudizio da lui promosso dinanzi al Tribunale di Roma avverso il provvedimento di Roma Capitale di decadenza dall’assegnazione dell’alloggio di edilizia residenziale pubblica di cui il ricorrente è assegnatario; b) di altro giudizio promosso dinanzi al Tribunale amministrativo regionale del Lazio avverso il decreto dell’A.T.E.R. di rilascio dell’alloggio medesimo;

L’A.T.E.R. ha resistito con controricorso, mentre non ha svolto attività difensiva Roma Capitale.

Diritto

CONSIDERATO IN DIRITTO

che:

il ricorso è stato notificato a Roma Capitale, litisconsorte necessaria in quanto parte dei processi cui si riferisce il regolamento, a mezzo del servizio postale, senza che, tuttavia, il ricorrente abbia provveduto al deposito dell’avviso di ricevimento della raccomandata e senza che, d’altra parte, alla stessa sia stato notificato il controricorso dell’A.T.E.R. (cfr. Cass. Sez. U. 26/3/2014, n. 7179);

che, in assenza di prova del perfezionamento del detto procedimento notificatorio e in mancanza di costituzione della destinataria, deve essere ordinata l’integrazione del contraddittorio nei suoi confronti, assegnando al ricorrente termine di 40 giorni dalla comunicazione della presente ordinanza;

che la causa va, pertanto, rinviata a nuovo ruolo.

PQM

Ordina l’integrazione del contraddittorio nei confronti di Roma Capitale entro il termine di 40 giorni dalla comunicazione della presente ordinanza. Rinvia la causa a nuovo ruolo.

Motivazione semplificata.

Così deciso in Roma, il 22 novembre 2016.

Depositato in Cancelleria il 30 marzo 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA