Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7990 del 28/03/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. VI, 28/03/2017, (ud. 18/01/2017, dep.28/03/2017),  n. 7990

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCHIRO’ Stefano – Presidente –

Dott. CIRILLO Ettore – Consigliere –

Dott. MANZON Enrico – Consigliere –

Dott. NAPOLITANO Lucio – Consigliere –

Dott. VELLA Paola – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 25684-2015 proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, (OMISSIS), in persona del Direttore pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12,

presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e

difende ope legis;

– ricorrente –

contro

F.G., elettivamente domiciliato in ROMA, P.ZA DEI CARRACCI

1, presso lo studio dell’avvocato ALESSANDRO ALESSANDRI, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato ANGELO OSNATO, giusta

mandato in calce al controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 753/2015 della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE di BOLOGNA del 26/01/2015, depositata il 30/03/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 18/01/2017 dal Cons. Relatore Dott. PAOLA VELLA.

Fatto

RILEVATO IN FATTO

1. con riguardo ad avviso di accertamento emesso per l’anno d’imposta 2008 all’esito di indagini bancarie (D.P.R. n. 633 del 1972, art. 51, e D.P.R. n. 600 del 1973, art. 32), si deduce la nullità della sentenza d’appello in quanto motivata per relationem ad una relazione tecnica prodotta dal contribuente, redatta in termini meramente assertivi.

Diritto

CONSIDERATO IN DIRITTO

che:

2. a differenza della motivazione per relationem alle risultanze della c.t.u., la quale costituisce atto di un ausiliario del giudice di merito (Cass. 28647/13), quest’ultimo può fondare la propria decisione su una perizia di parte solo laddove fornisca adeguata motivazione della valutazione compiuta (v. Cass. 12411/01, 1217/70 per il processo civile; Cass. 2195/15, 26550/11 per quello tributario);

3. nella specie, difetta l’enunciazione dell’iter logico seguito dalla C.T.R. nell’aderire alla relazione tecnica di parte, le cui risultanze vengono richiamate in modo generico ed acritico, con motivazione apparente e puramente adesiva ad un atto di parte (Cass. 20648/15).

PQM

Accoglie il ricorso, cassa la sentenza impugnata e rinvia alla Commissione tributaria regionale della Emilia-Romagna, in diversa composizione, cui demanda di provvedere anche sulle spese del giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, il 18 gennaio 2017.

Depositato in Cancelleria il 28 marzo 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA