Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7810 del 31/03/2010

Cassazione civile sez. trib., 31/03/2010, (ud. 18/12/2009, dep. 31/03/2010), n.7810

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. PAPA Enrico – Presidente –

Dott. PERSICO Mariaida – Consigliere –

Dott. PARMEGGIANI Carlo – Consigliere –

Dott. GIACALONE Giovanni – Consigliere –

Dott. MELONCELLI Achille – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso proposto da:

Agenzia delle entrate, di seguito “Agenzia”, in persona del Direttore

in carica, rappresentata e difesa dall’Avvocatura generale dello

Stato, presso la quale e’ domiciliata in Roma, Via dei Portoghesi 12;

– ricorrente –

contro

il signor D.O., di seguito anche “contribuente”;

– intimato non costituito –

avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale (CTR) di

Torino 8 giugno 2004, n. 9/38/04, depositata il 20 settembre 2004;

udita la relazione sulla causa svolta nell’udienza pubblica del 18

dicembre 2009 dal Cons. Dott. Meloncelli Achille;

vista la requisitoria scritta del P.M., in persona del Sostituto

Procuratore Generale LECCISI Giampaolo, che ha concluso per il

rigetto del ricorso per manifesta infondatezza.

 

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO E MOTIVI DELLA DECISIONE

Considerato:

a) che il 10 – 11 ottobre 2005 e’ notificato ex art. 149 c.p.c. al signor D.O. un ricorso dell’Agenzia per la cassazione della sentenza descritta in epigrafe, che ha accolto l’appello del contribuente contro la sentenza della Commissione tributaria provinciale (CTP) di Cuneo n. 50/07/2003, che aveva respinto il suo ricorso contro il diniego di rimborso dell’IRAP 1998 – 2000;

b) che e’ depositato un avviso di ricevimento della raccomandata spedita dall’ufficiale giudiziario l’11 ottobre 2005, il quale non risulta compilato in alcuna delle sue tre parti riservate alla consegna del plico;

c) che il contribuente intimato non e’ costituito in giudizio;

d) che la mancata dimostrazione, da parte dell’Agenzia ricorrente, del perfezionamento della notificazione del ricorso rende inammissibile l’atto d’impugnazione;

e) che la mancata costituzione in giudizio dell’intimato esime dalla pronuncia sulle spese processuali relative al giudizio di cassazione.

P.Q.M.

LA CORTE Dichiara inammissibile il ricorso.

Cosi’ deciso in Roma, nella Camera di consiglio del 18 dicembre 2009.

Depositato in Cancelleria il 31 marzo 2010

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA