Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7766 del 27/03/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. I, 27/03/2017, (ud. 09/02/2017, dep.27/03/2017),  n. 7766

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMBROSIO Annamaria – Presidente –

Dott. NAPPI Aniello – rel. Consigliere –

Dott. FERRO Massimo – Consigliere –

Dott. FALABELLA Massimo – Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso proposto da:

Banca Monte dei Paschi di Siena spa, rappresentata e difesa dall’avv.

Paolo Fantusati;

– ricorrente –

Contro

Fallimento (OMISSIS) spa, rappresentato e difeso dall’avv. Pier

Francesco Valdina, come da mandato a margine del controricorso;

– controricorrente –

contro

O.G.;

– intimata –

avverso la sentenza n. 467/2011 della Corte d’appello di Perugia,

depositata il 3 ottobre 2011;

Sentita la relazione svolta dal Consigliere dott. Aniello Nappi;

udite le conclusioni del P.M., Dott. CAPASSO Lucio, che ha chiesto

(Ndr: dato mamcante da originale).

Fatto

FATTI DI CAUSA

Banca Monte dei Paschi di Siena spa ha impugnato per cassazione la sentenza della Corte d’appello di Perugia, che ne ha ribadito la condanna al risarcimento dei danni in favore del Fallimento (OMISSIS) spa, per gli indebiti prelievi da un conto corrente della precedente curatrice fallimentare O.G..

Successivamente la ricorrente ha depositato atto di rinuncia al ricorso, accettato dal fallimento controricorrente.

Diritto

RAGIONI DELLA DECISIONE

A norma degli art. 390 e 391 c.p.c., va dichiarata l’estinzione del giudizio, senza pronuncia sulle spese.

PQM

Dichiara l’estinzione del giudizio.

Così deciso in Roma, il 9 febbraio 2017.

Depositato in Cancelleria il 27 marzo 2017

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA