Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7641 del 01/04/2020

Cassazione civile sez. un., 01/04/2020, (ud. 17/12/2019, dep. 01/04/2020), n.7641

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MAMMONE Giovanni – Primo Presidente –

Dott. TIRELLI Francesco – Presidente di Sez. –

Dott. MANNA Felice – Presidente di Sez. –

Dott. DE STEFANO Franco – Consigliere –

Dott. DORONZO Adriana – Consigliere –

Dott. ACIERNO Maria – rel. Consigliere –

Dott. GIUSTI Alberto – Consigliere –

Dott. CARRATO Aldo – Consigliere –

Dott. MERCOLINO Guido – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 6284-2019 per conflitto negativo di giurisdizione

proposto d’ufficio dal TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL

LAZIO, con ordinanza n. 2418/2019 depositata il 22/02/2019 nella

causa tra:

ALGIDOSIA S.R.L.;

– ricorrente non costituitasi in questa fase –

contro

COMUNE DI ARTENA;

– resistente non costituitosi in questa fase –

Udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

17/12/2019 dal Consigliere Dott. MARIA ACIERNO;

lette le conclusioni scritte del Sostituto Procuratore Generale Dott.

LUCIO CAPASSO, il quale conclude chiedendo risolversi il conflitto

negativo di giurisdizione dichiarando la giurisdizione del Giudice

ordinario.

Fatto

RAGIONI DELLA DECISIONE

1. Il Tribunale di Velletri, investito della controversia avente ad oggetto la domanda rivolta dalla s.r.l. Algidosia contro il Comune di Artena per il pagamento dei costi dalla stessa sostenuti per l’erogazione dell’acqua a favore della località (OMISSIS) dal 2003 al 2010, proveniente da un pozzo privato dalla stessa condotto in gestione, ha declinato la propria giurisdizione in favore del giudice amministrativo.

1.1 La società attrice aveva affermato, a sostegno della domanda, che la fornitura dell’acqua avveniva dal 2001; che il Comune aveva garantito la realizzazione della rete idrica, rimasta inevasa, precisando che il costo dell’acqua doveva essere sostenuto dagli abitanti della località (OMISSIS); che nel 2005 era stato predisposto uno schema di convezione con la quale l’ente territoriale avrebbe dovuto sostenere gli oneri di gestione e il servizio di riscossione canone con attribuzione alla società di un canone per la fornitura; che a tale iniziativa non era stato dato seguito; che nel 2006 era stata emanata ordinanza contingibile ed urgente con la quale era stato ingiunto ad Algidosia di mantenere l’erogazione dell’acqua dal proprio pozzo in favore degli insediamenti abitativi siti nella predetta località; che, pertanto, si era determinato un rapporto di fatto dal quale sorgeva l’obbligo di pagamento, quantificato come da perizia tecnica.

2. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio, davanti al quale la causa è stata riassunta, ha ritenuto che la giurisdizione fosse del giudice ordinario ed ha sollevato d’ufficio conflitto negativo di giurisdizione davanti alle Sezioni Unite.

2.1. Il Tribunale di Velletri aveva fondato il proprio difetto di giurisdizionale sull’art. 133 c.p.a., essendo l’erogazione imposta da ordinanza contingibile ed urgente.

2.2 Il T.A.R. ha, invece, affermato che la richiesta della parte ricorrente deve ricondursi ad un rapporto contrattuale quanto meno di fatto o ad una negotiorum gestio tenuto conto dell’acclarato impedimento dell’ente territoriale all’approvvigionamento dell’acqua in località (OMISSIS) e del riconoscimento da parte del Comune dei vantaggi ed utilità conseguiti, mediante l’ingiunzione di continuare l’erogazione.

3. Il Collegio, condividendo le argomentazioni e la conclusione del Procuratore Generale, rileva che il petitum sostanziale sulla base del quale deve stabilirsi la giurisdizione, è da ravvisarsi nelle domande, rispettivamente, di pagamento di un corrispettivo per aver fornito acqua fin dal 2001 da un pozzo privato in gestione (come da scrittura privata intercorsa tra società e proprietario del pozzo) agli abitanti della località (OMISSIS) del Comune di Artena, su richiesta espressa dell’Ente locale e sulla base dell’impegno assunto dallo stesso di farsi carico dell’approvvigionamento idrico, nonchè di pagamento del prezzo dell’acqua fornita con il rimborso dei costi sostenuti in esecuzione dell’ordinanza contingibile ed urgente n. 90 del 2006.

3.1 Il rapporto giuridico instaurato prima dell’ordinanza in questione può essere inquadrato nell’ambito della negotiorum gestio, atteso l’intervenuto specifico impedimento all’esercizio delle competenze assegnate all’Ente Pubblico ed il vantaggio conseguito dall’attività posta in essere dal privato. Per il periodo successivo all’ordinanza, la domanda non deriva dalla impugnazione del provvedimento autoritativo, ma dalle conseguenze meramente patrimoniali derivate dall’esecuzione del provvedimento stesso. Per entrambe le scansioni temporali la controversia ha natura esclusivamente privatistica e la domanda ha ad oggetto pretese patrimoniali conseguenti ad un rapporto contrattuale instaurato di fatto (S.U. 22428 del 2018).

4. Deve, in conclusione essere dichiarata la giurisdizione del giudice ordinario e, cassata la sentenza declinatoria della giurisdizione, la causa deve essere rimessa al Tribunale di Velletri.

P.Q.M.

Dichiara la giurisdizione del giudice ordinario. Cassa la sentenza declinatoria della giurisdizione del Tribunale di Velletri, cui rimette la causa anche per le spese processuali del presente giudizio.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 17 dicembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 1 aprile 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA