Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7552 del 23/03/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. II, 23/03/2017, (ud. 08/02/2017, dep.23/03/2017),  n. 7552

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MIGLIUCCI Emilio – Presidente –

Dott. BIANCHINI Bruno – Consigliere –

Dott. LOMBARDO Luigi Giovanni – rel. Consigliere –

Dott. FEDERICO Guido – Consigliere –

Dott. GRASSO Giuseppe – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 6417-2013 proposto da:

G.A. (OMISSIS), B.V. (OMISSIS),

BR.VI. (OMISSIS), elettivamente domiciliati in ROMA, VIA F. DENZA

15, presso lo studio dell’avvocato ANIELLO IZZO, che li rappresenta

e difende unitamente all’avvocato ARMANDA LESSINI;

– ricorrenti –

contro

L.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA FRATELLI

RUSPOLI 2, presso lo studio dell’avvocato FRANCO GLANDARELLI,

rappresentato e difeso dall’avvocato DOMENICO VALTER GRASSO;

– controricorrente –

nonchè contro

G.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA DI MONTE

FIORE 22, presso lo studio dell’avvocato STEFANO GATTAMELATA, che lo

rappresenta e difende unitamente agli avvocati MARIA SALA, CLAUDIO

SALA;

– controricorrente incidentale –

nonchè contro

COMUNE MILANO, elettivamente domiciliato in ROMA, LUNGOTEVERE MARZIO

3, presso lo studio dell’avvocato RAFFAELE IZZO, che lo rappresenta

e difende unitamente agli avvocati MARIA RITA SURANO, ANTONELLO

MANDARANO, ALESSANDRA MONTAGNANI;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 3818/2012 della CORTE D’APPELLO di MILANO,

depositata il 29/11/2012;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

08/02/2017 dal Consigliere Dott. LOMBARDO LUIGI GIOVANNI;

udito l’Avvocato FLORIDI Alberto Maria, con delega depositata in

udienza dell’Avvocato GATTAMELATA Stefano difensore del resistente

G.A., che ha chiesto estinzione del ricorso;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

PEPE ALESSANDRO che ha concluso per l’estinzione del procedimento

per intervenuta rinuncia.

Fatto

FATTO E DIRITTO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE.

Ritenuto che B.V., Br.Vi. e G.A. hanno proposto ricorso per cassazione nei confronti di L.A., di G.A. e del Comune di Milano avverso la sentenza della Corte di Appello di Milano di cui in epigrafe;

Ritenuto che i ricorrenti hanno rinunciato al ricorso con atto sottoscritto dal loro difensore espressamente delegato e che la rinuncia è stata accettata da tutte le parti intimate in forza di atti sottoscritti dai loro difensori all’uopo delegati;

Atteso che, alla luce di quanto sopra e visto il combinato disposto degli artt. 306 e 390 c.p.c., il processo va dichiarato estinto e che, stante l’accettazione della rinuncia, nulla va statuito sulle spese.

PQM

dichiara l’estinzione del giudizio di cassazione.

Così deciso in Roma, il 8 febbraio 2016.

Depositato in Cancelleria il 23 marzo 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA