Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7411 del 17/03/2020

Cassazione civile sez. VI, 17/03/2020, (ud. 18/12/2019, dep. 17/03/2020), n.7411

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MOCCI Mauro – Presidente –

Dott. LA TORRE Maria Enza – rel. Consigliere –

Dott. DELLI PRISCOLI Lorenzo – Consigliere –

Dott. CASTORINA Rosaria Maria – Consigliere –

Dott. CAPOZZI Raffaele – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA PER CORREZIONE ERRORE MATERIALE

sul ricorso 18726-2019 proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE – RISCOSSIONE (OMISSIS), in persona del legale

rappresentante pro tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA

FLAMINIA 135, presso lo studio LEGALITAX, rappresentata e difesa

dall’avvocato MAURIZIO CIMETTI;

– ricorrente –

contro

INDUSTRIAL TEAM SCRL;

– intimata –

avverso l’ordinanza n. 9208/2019 della CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE di

ROMA, depositata il 03/04/2019;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 18/12/2019 dal Consigliere Relatore Dott. LA TORRE

MARIA ENZA.

Fatto

RITENUTO

che:

L’Agenzia delle entrate propone istanza di correzione dell’ordinanza n. 9208/2019 dep. il 3 aprile 2019, che ha erroneamente dato atto della sussistenza dei presupposti per il versamento dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato da parte della controricorrente, essendovi tenuto solo la ricorrente, Industrial Team Scrl, D.P.R. n. 115 del 2002 ex art. 13, comma 1 bis.

Diritto

CONSIDERATO

che:

l’istanza va accolta, e va corretto sul punto il dispositivo della sentenza, disponendo in conformità della richiesta formulata dall’Agenzia delle entrate, che il dispositivo dell’ordinanza di questa Corte n. 9208/2019 dep. il 3 aprile 2019, sia corretto nel senso che dove si legge “controricorrente” a pag. 5 dell’ordinanza e nel dispositivo a pag. 6, si debba leggere “ricorrente”, nonchè aggiungendo, dopo le parole contenute nel dispositivo “Euro. 4.000,00 per compensi”, le parole “oltre spese prenotate a debito”, eliminando la frase “oltre spese generali nella misura del 15% dei compensi”.

Non vi è luogo a provvedere sulle spese del presente procedimento (Cass. n. 21213 del 2013).

P.Q.M.

Dispone che il dispositivo dell’ordinanza di questa Corte n. 9208/2019 dep. il 3 aprile 2019, sia corretto nel senso che dove si legge “controricorrente” a pag. 5 dell’ordinanza e nel dispositivo a pag. 6, si debba leggere “ricorrente”, nonchè aggiungendo, dopo le parole contenute nel dispositivo “Euro. 4.000,00 per compensi”, le parole “oltre spese prenotate a debito”, eliminando la frase “oltre spese generali nella misura del 15% dei compensi”.

Dispone, altresì, che la correzione sia annotata, a cura della cancelleria, sull’originale della predetta ordinanza.

Così deciso in Roma, il 18 dicembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 17 marzo 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA