Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7256 del 16/03/2020

Cassazione civile sez. VI, 16/03/2020, (ud. 12/02/2020, dep. 16/03/2020), n.7256

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MOCCI Mauro – Presidente –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – Consigliere –

Dott. LA TORRE Maria Enza – Consigliere –

Dott. DELLI PRISCOLI Lorenzo – Consigliere –

Dott. RAGONESI Vittorio – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 15180-2018 proposto da:

COMUNE DI NOVA MILANESE, in persona del Sindaco pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, VIA CASTELLO TESINO 46, presso lo

studio dell’avvocato MARIA DONATIELLO, rappresentato e difeso

dall’avvocato ANTONIO GRAVALLESE;

– ricorrente –

contro

D.G.F., C.M.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 4597/1/2017 della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE della LOMBARDIA, depositata il 14/11/2017;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 12/02/2020 dal Consigliere Relatore Dott. VITTORIO

RAGONESI.

Fatto

RITENUTO

che la Commissione tributaria provinciale di Milano, con sentenza n. 8034/16,sez 2, respingeva il ricorso proposto da D.G.F. e C.M. avverso gli avvisi di accertamento (OMISSIS) per IMU 2012, 2013, 2014;

che avverso detta decisione i contribuenti proponevano appello innanzi alla CTR Lombardia che, con sentenza 4597/2017, accoglieva l’impugnazione;

che avverso la detta sentenza ha proposto ricorso per Cassazione il Comune di Nova Milanese sulla base di un articolato motivo;

che i contribuenti non hanno resistito con controricorso;

che la causa è stata discussa in camera di consiglio ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c..

Diritto

CONSIDERATO

che con l’unico articolato motivo, proposto ai sensi dell’art. 360 c.p.c., comma 1, nn.3 e 5, il Comune di Nova Milanese censura la sentenza impugnata laddove, dopo avere rilevato che il terreno di proprietà dei contribuenti aveva natura agricola con valore paesaggistico ambientale come area di futuro ampliamento del parco sovracomunale (OMISSIS) e che, a seguito dell’approvazione del nuovo PGT del 2011, era stato assegnato ai terreni agricoli un indice di edificabilità dello 0,11 per il residenziale e 0,44 per quelli produttivi in applicazione del principio di perequazione di cui alla L.R. n. 12 del 2005, da cui discendeva l’attribuzione di un credito edificatorio, aveva tuttavia escluso che il predetto credito fosse assoggettabile ad IMU;

che non ricorrono le condizioni per la trattazione in camera di consiglio ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c..

P.Q.M.

Rimette la causa per la decisione alla 5 sez. civile

Così deciso in Roma, il 12 febbraio 2020

Depositato in Cancelleria il 16 marzo 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA