Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7104 del 03/03/2022

Cassazione civile sez. I, 03/03/2022, (ud. 27/01/2022, dep. 03/03/2022), n.7104

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Presidente –

Dott. TRICOMI Laura – Consigliere –

Dott. MERCOLINO Guido – Consigliere –

Dott. PAZZI Alberto – rel. Consigliere –

Dott. VELLA Paola – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso n. 11978/2015 R.G. proposto da:

Gestione Agroalimentare Molisana s.r.l. in concordato preventivo, in

persona del legale rappresentante pro tempore, elettivamente

domiciliata in Roma, Via T. Monticelli n. 12, presso lo studio

dell’Avvocato Corrado Matera, che la rappresenta e difende giusta

procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

Solagrital Società Cooperativa a r.l. in liquidazione coatta

amministrativa, in persona del commissario liquidatore pro tempore,

elettivamente domiciliata in Roma, Via Yser n. 8, presso lo studio

dell’Avvocato Vittorio Martellini, rappresentata e difesa

dall’Avvocato Stefano Mazzuoli, giusta procura in calce al

controricorso e ricorso incidentale;

– controricorrente e ricorrente incidentale –

contro

Gestione Agroalimentare Molisana S.r.l. in concordato preventivo, in

persona del legale rappresentante pro tempore, elettivamente

domiciliata in Roma, Via T. Monticelli n. 12, presso lo studio

dell’Avvocato Corrado Matera, che la rappresenta e difende giusta

procura in calce al ricorso;

– controricorrente al ricorso incidentale –

avverso il decreto n. 2207/2015 del Tribunale di Campobasso del

31/3/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

27/1/2022 dal cons. Dott. Alberto Pazzi.

 

Fatto

RILEVATO

che:

1. Il tribunale di Campobasso – decidendo in sede di giudizio di opposizione allo stato passivo proposto da Gestione Agroalimentale Molisana s.r.l. in concordato preventivo nei confronti di Solagrital Soc. Cooperativa a r.l., in liquidazione coatta amministrativa – confermava il provvedimento del commissario liquidatore che aveva escluso il riconoscimento nello stato passivo della procedura del credito prededucibile vantato da GAM per Euro 484.301,8 oltre I.V.A., al netto della compensazione con i minori crediti della procedura, e relativo a: i) canoni di locazione maturati in costanza di procedura; ii) forniture di prodotti effettuate in costanza di procedura; iii) anticipazioni per forniture di gas; iv) anticipazioni per ferie non godute dai dipendenti Solagrital passati alla GAM con il contratto di affitto di azienda stipulato con la procedura.

2. Il decreto di rigetto dell’opposizione, pubblicato il 31 marzo 2015, è stato impugnato da Gestione Agroalimentare Molisana s.r.l. in concordato preventivo con ricorso per cassazione, affidato a due motivi, cui Solagrital Soc. Cooperativa a r.l. in liquidazione coatta amministrativa ha resistito con controricorso, con il quale è stato proposto anche ricorso incidentale.

Gestione Agroalimentare Molisana s.r.l. in concordato preventivo ha depositato controricorso al ricorso incidentale.

Parte ricorrente ha depositato memoria.

Le parti, con separate istanze in data 12 gennaio 2022, hanno rappresentato di aver raggiunto un accordo transattivo per il cui perfezionamento sono in attesa delle autorizzazioni dei competenti organi (Giudice Delegato del Tribunale di Campobasso, quanto a Gestione Agroalimentare Molisana in Concordato Preventivo, e Ministero dello Sviluppo Economico, quanto a Solagrital Soc. Coop. a rl in Liquidazione Coatta Amministrativa) e hanno chiesto un ulteriore rinvio dell’udienza onde poter procedere, all’esito del perfezionamento della transazione, alla rinuncia del ricorso principale e del controricorso incidentale.

Diritto

CONSIDERATO

che:

3. Con il primo motivo la parte ricorrente lamenta la violazione e falsa applicazione degli artt. 1362 c.c. e ss..

4. Con il secondo mezzo si denuncia il vizio di omessa pronuncia ex art. 112 c.p.c. e di omesso esame di un fatto decisivo per il giudizio che è stato oggetto di discussione tra le parti.

5. Il ricorso incidentale prospetta la violazione e falsa applicazione degli artt. da 1362 a 1371 c.c., 1321 e 1322 c.c..

6. Il collegio ritiene di aderire alla richiesta congiunta di rinvio dell’udienza al fine di consentire alle parti di formalizzare l’accordo transattivo già raggiunto e provvedere poi all’abbandono della lite.

P.Q.M.

La Corte rinvia la causa a nuovo ruolo.

Così deciso in Roma, il 27 gennaio 2022.

Depositato in Cancelleria il 3 marzo 2022

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA