Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 7041 del 24/03/2010

Cassazione civile sez. lav., 24/03/2010, (ud. 02/02/2010, dep. 24/03/2010), n.7041

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ROSELLI Federico – Presidente –

Dott. DE RENZIS Alessandro – rel. Consigliere –

Dott. IANNIELLO Antonio – Consigliere –

Dott. DI CERBO Vincenzo – Consigliere –

Dott. CURZIO Pietro – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

sentenza

sul ricorso proposto da:

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE, in persona del

Presidente pro tempore, elettivamente domiciliato in Roma, Via della

Frezza 17, presso l’Avvocatura Centrale dello stesso Istituto,

rappresentato e difeso, anche disgiuntamente, dagli Avv.ti Sgroi

Antonino, Antonietta Coretti e Fabrizio Correrà per procura in calce

al ricorso;

– ricorrente –

contro

M.F.;

– intimato –

per la cassazione della sentenza n. 600/06 della Corte di Appello di

Catanzaro del 21.02.2006/15.06.2006 nella causa iscritta al n. 1824

del R.G. anno 2004;

Udita la relazione della causa svolta nella Pubblica udienza del

02.02.2010 dal Cons. Dott. A. De Renzis;

udito l’Avv. Antonino Sgroi per il ricorrente;

sentito il P.M., in persona del Sost. Proc. Gen. Dr. FINOCCHI GHERSI

Renato, che ha concluso per l’accoglimento del ricorso.

 

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

Il Tribunale di Catanzaro con sentenza del 7.10.2004 accoglieva parzialmente l’opposizione proposta da M.F. contro la cartella esattoriale, notificatagli il 6.11.2001 su istanza dell’INPS, per il pagamento di L. 8.371.367 per contributi ed accessori per gli anni 1990/1997.

Tale decisione, appellata d all’INPS, che deduceva la non applicabilità della prescrizione quinquennale ex L. n. 335 del 1995, ma di quella decennale, è stata confermata dalla Corte di Appello di Catanzaro con sentenza n. 600 del 2006.

La Corte territoriale ha ritenuto, condividendo l’assunto del primo giudice, che al caso di specie trovasse applicazione la prescrizione quinquennale (e non decennale) introdotta dalla L. n. 335 del 1995, art. 3, commi 9 e 10.

L’INPS ricorre con unico motivo.

Il M. non si è costituito.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Con l’unico ricorso l’INPS lamenta violazione e falsa applicazione del D.L. n. 536 del 1987, art. 6, comma 14, convertito nella L. n. 48 del 1988, e della L. n. 335 del 1995, art. 3, comma 9.

Al riguardo l’ente previdenziale sostiene che nel caso di specie il termine di prescrizione quinquennale era stato interrotto per effetto della notifica della cartella esattoriale intervenuta il 6 novembre 2001, a fronte del mancato pagamento della contribuzione previdenziale entro il 10 dicembre 1996.

Tale assunto non è in linea con la ratio decidendi contenuta nell’impugnata sentenza, secondo la quale la controversia verteva sulla questione se per i crediti vantati dall’INPS, di cui alla cartella esattoriale, trovasse applicazione o meno la prescrizione quinquennale introdotta dalla L. n. 335 del 1995.

In questa situazione le doglianze dell’INPS, non trovando corrispondenza nella decisione di appello, vanno disattese.

Nessuna pronuncia va emessa per le spese del giudizio di legittimità, non essendosi costituito l’intimato M..

P.Q.M.

La Corte rigetta il ricorso. Nulla per le spese del giudizio di Cassazione.

Così deciso in Roma, il 2 febbraio 2010.

Depositato in Cancelleria il 24 marzo 2010

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA