Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 6970 del 03/03/2022

Cassazione civile sez. trib., 03/03/2022, (ud. 10/02/2022, dep. 03/03/2022), n.6970

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CIRILLO Ettore – Presidente –

Dott. CRUCITTI Roberta – rel. Consigliere –

Dott. GIUDICEPIETRO Andreina – Consigliere –

Dott. D’ANGIOLELLA Rosita – Consigliere –

Dott. D’ORAZIO Luigi – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 24301/2014 R.G. proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del Direttore pro tempore,

elettivamente domiciliata in Roma, via dei Portoghesi n. 12 presso

gli uffici dell’Avvocatura Generale dello Stato dalla quale è

difesa e rappresentata.

– ricorrente –

contro

M.C. & Figli s.n.c.;

– intimata –

avverso la sentenza n. 202/23/2013 della Commissione tributaria

regionale della Puglia-sezione staccata di Lecce, depositata il 12

settembre 2013;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

10 febbraio 2022 dal consigliere Roberta Crucitti.

 

Fatto

RILEVATO

che:

nella controversia originata dall’impugnazione, da parte della M.C. & Figli s.n.c., dell’avviso di accertamento relativo a ILOR dell’anno di imposta 1996, cui erano seguiti distinti accertamenti ai fini dell’IRPEF a carico dei soci M.C. e M.V., l’Agenzia delle entrate ricorre, su tre motivi, nei confronti della Società, che non resiste, avverso la sentenza, indicata in epigrafe, con cui la Commissione tributaria regionale della Puglia-sezione distaccata di Lecce (d’ora in poi C.T.R.), ne aveva rigettato l’appello proposto avverso la prima decisione che aveva annullato, per difetto di motivazione, l’atto impositivo.

La C.T.R., preliminarmente, riteneva di non dovere disporre la riunione con gli appelli proposti nei confronti delle sentenze che avevano deciso sui ricorsi proposti personalmente dai soci avverso gli avvisi di accertamento relativi a IRPEF; nel merito, confermava l’annullamento dell’avviso di accertamento ritenuto illegittimo in assenza di riscontrate irregolarità nella tenuta delle scritture contabili.

Il ricorso è stato avviato, ai sensi dell’art. 380 bis-1 c.p.c., alla trattazione in camera di consiglio.

Diritto

CONSIDERATO

che:

l’avviso di accertamento attiene a ILOR e che, pertanto, si versa in ipotesi di controversia da svolgersi unitariamente a quelle relative ai soci (cfr. Cass. n. 21340 del 21/10/2015);

appare opportuno rinviare la causa a nuovo ruolo per la trattazione congiunta con i ricorsi proposti nei confronti dei soci (r.g.n. 24408/14 c. M.C. e nrg.24409/14 c. M.V.) pendenti innanzi a questa Corte e aventi a oggetto l’impugnazione degli avvisi di accertamento Irpef.

P.Q.M.

Rinvia a nuovo ruolo per trattazione congiunta con i ricorsi numeri r.g. 24408/2014 e 24409/2014 rispettivamente proposti nei confronti dei soci M.C. e M.V..

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio, il 10 febbraio 2022.

Depositato in Cancelleria il 3 marzo 2022

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA