Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 6629 del 14/03/2017

Cassazione civile, sez. VI, 14/03/2017, (ud. 25/01/2017, dep.14/03/2017),  n. 6629

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. IACOBELLIS Marcello – Presidente –

Dott. MOCCI Mauro – Consigliere –

Dott. IOFRIDA Giulia – rel. Consigliere –

Dott. CRUCITTI Roberta – Consigliere –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 8131-2015 proposto da:

S.B., elettivamente domiciliata in ROMA LARGO GEROLAMO

BELLONI 4, presso lo studio dell’avvocato ALESSANDRO PIOLI,

rappresentata e difesa dagli avvocati RENATO D’ELIA e VINCENZO

COLUCCIO;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE (C.F. (OMISSIS)), in persona dei Direttore pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12,

presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e

difende ope legis;

– controricorrente –

e contro

EQUITALIA SUD SPA DIREZIONE PROVINCIALE DI (OMISSIS);

– intimata –

avverso la sentenza n. 5734/39/2014 della COMMISSIONE TRITBUTARIA del

LAZIO, SEZIONE DISTACCATA di LATINA, depositata il 25/09/2014;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 25/01/2017 dal Consigliere Dott. GIULIA IOFRIDA.

Fatto

RILEVATO IN FATTO

che:

– S.B. propone ricorso per cassazione, affidato a quattro motivi, nei confronti dell’Agenzia delle Entrate (che resiste con controricorso) e di Equitalia Sud spa (che non resiste), avverso la sentenza della Commissione – Tributaria Regionale del Lazio n. 8131/39/2014, depositata in data 25/09/2014, con la quale – in controversia concernente l’impugnazione di una cartella di pagamento, notificata, a seguito di avvisi di accertamento divenuti definitivi per mancata impugnazione, per maggiori IRPEF ed addizionali, regionali, in relazione agli anni di imposta 2005 e 2007, – è stata confermata la decisione di primo grado, che aveva respinto il ricorso della contribuente;

– In particolare, i giudici d’appello, nel respingere il gravame della contribuente, hanno sostenuto che la notifica dei prodromici avvisi di accertamento doveva “ritenersi eseguita dal messo notificatore con la “procedura degli irripetibili”, ritualmente effettuata mediante affissione dell’avviso dei deposito nell’albo comunale, senza necessità di spedizione della raccomandata c.d. informativa, cosicchè la cartella di pagamento, mera intimazione di pagamento degli importi già accertati, poteva essere impugnata soltanto per vizi propri;

– a seguito di deposito di relazione ex art. 380 bis c.p.c., è stata fissata l’adunanza della Corte in camera di consiglio, con rituale comunicazione alle parti, la ricorrente ha depositato memoria ed il Collegio ha disposto la redazione della ordinanza con motivazione semplificata.

Diritto

CONSIDERATO IN DIRITTO

che:

– non vi è prova del perfezionamento della notifica a mezzo servizio postale del ricorso nei confronti dell’intimata Equitalia Sud (ben radicatosi invece il contraddittorio nei riguardi dell’Agenzia delle Entrate), con conseguente necessità di concedere termine per il rinnovo della notifica.

PQM

La Corte assegna termine di p. 60, dalla comunicazione della presente ordinanza, per il rinnovo della notifica del ricorso per cassazione ad Equitalia Sud spa.

Così deciso in Roma, il 25 gennaio 2017.

Depositato in Cancelleria il 14 marzo 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA