Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 6306 del 05/03/2020

Cassazione civile sez. II, 05/03/2020, (ud. 02/10/2019, dep. 05/03/2020), n.6306

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. COSENTINO Antonello – Presidente –

Dott. DE MARZO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. CRISCUOLO Mauro – Consigliere –

Dott. DONGIACOMO Giuseppe – Consigliere –

Dott. OLIVA Stefano – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 19455/2017 proposto da:

NAGA ASSOCIAZIONE VOLONTARIA ASSISTENZA SOCIO SANITARIA DIRITTI

CITTADINI STRANIERI ROM E SINTI ONLUS, elettivamente domiciliata in

ROMA, PIAZZA LOTARIO, 6, presso lo studio dell’avvocato SILVIA

TAGLIENTE, rappresentata e difesa dall’avvocato PIETRO MASSAROTTO;

– ricorrente –

contro

CONDOMINIO (OMISSIS), in persona dell’Amministratore pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, VIA PASUBIO 4, presso lo studio

dell’avvocato LUCILLA FORTE, rappresentato e difeso dagli avvocati

MARIAGRAZIA MONEGAT, AUGUSTO CIRLA;

– controricorrente –

e contro

FONDAZIONE RAVASI GARZANTI ONLUS;

– intimata –

avverso la sentenza n. 16815/2016 della CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

di ROMA, Seconda Sezione Civile, depositata il 09/08/2016;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

02/10/2019 dal Consigliere Dott. GIUSEPPE DE MARZO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CELESTE Alberto, che ha concluso per il rigetto del ricorso;

udito l’Avvocato Pietro Massarotto, difensore della ricorrente, che

ha chiesto l’accoglimento del ricorso;

udito l’Avvocato Mariagrazia Monegat, difensore del resistente, che

ha chiesto il rigetto del ricorso.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Il Collegio, Considerato che il ricorso proposto dalla NAGA – Associazione volontaria assistenza socio sanitaria e per diritti di cittadini stranieri, rom e sinti avverso la sentenza di questa Corte n. 16815 depositata il 9 agosto 2016 è stato notificato in data 3 agosto 2017, ossia in data successiva a quella di entrata in vigore della legge di modifica dell’art. 391-bis c.p.c. (30 ottobre 2016);

ritenuta l’opportunità di attendere la decisione delle Sezioni Unite sulla questione di massima di particolare importanza, peraltro oggetto di contrasto interpretativo, indicata nell’ordinanza di questa Corte n. 8717 depositata il 28 marzo 2019, ossia se la riduzione del termine prevista dalla novella si applichi a tutti i ricorsi depositati in data successiva all’entrata in vigore di quest’ultima, ancorchè l’impugnazione concerna provvedimenti pubblicati in data anteriore,

ovvero se riguardi solamente i provvedimenti pubblicati dopo l’entrata in vigore della legge di riforma.

P.Q.M.

Rinvia la causa a nuovo ruolo in attesa della decisione delle Sezioni

Unite.

Così deciso in Roma, il 2 ottobre 2019.

Depositato in Cancelleria il 5 marzo 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA