Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 625 del 15/01/2021

Cassazione civile sez. II, 15/01/2021, (ud. 26/11/2020, dep. 15/01/2021), n.625

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SAN GIORGIO Maria Rosaria – Presidente –

Dott. GORJAN Sergio – Consigliere –

Dott. CARRATO Aldo – Consigliere –

Dott. FORTUNATO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. CRISCUOLO Mauro – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 7582/2017 R.G. proposto da:

UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI FIRENZE, in persona del Prefetto

p.t., rappresentato e difeso dall’Avvocatura Generale dello Stato,

con domicilio in Roma, Via dei Portoghesi n. 12;

– ricorrente –

contro

R.A.;

– intimato –

avverso la sentenza del Tribunale di Firenze n. 3006/2016, depositata

in data 15.9.2016.

Udita la relazione svolta nella Camera di consiglio del giorno

26.11.2020 dal Consigliere Dott. Giuseppe Fortunato.

Udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore

Generale Dott. CELESTE Albero, che ha concluso, chiedendo di

rinviare la causa a nuovo ruolo.

 

Fatto

RILEVATO

che:

il ricorso solleva questioni in diritto che sono oggetto del rinvio pregiudiziale alla Corte di Giustizia EU, disposto con ordinanza di questa Corte n. 29555/2019;

la causa va quindi, rinviata a nuovo ruolo in attesa della decisione della CGUE.

PQM

rinvia la causa a nuovo ruolo, in attesa della pronuncia della Corte di Giustizia UE sulle questioni oggetto del rinvio pregiudiziale ex art. 267 TFUE, disposto con ordinanza di questa Corte n. 29555/2019.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Seconda Civile, il 26 novembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 15 gennaio 2021

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA