Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 5905 del 04/03/2021

Cassazione civile sez. VI, 04/03/2021, (ud. 02/12/2020, dep. 04/03/2021), n.5905

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 1

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. SCALDAFERRI Andrea – Presidente –

Dott. SCOTTI Umberto L.C.G. – Consigliere –

Dott. ACIERNO Maria – Consigliere –

Dott. TRICOMI Laura – Consigliere –

Dott. CAIAZZO Rosario – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso n. 4086-2019 proposto da:

(OMISSIS), in persona del suo titolare, elettivamente domiciliata

presso l’avv.to ROSARIO CAVALLARO che la rappres. e difende, con

procura speciale in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

D.P.L.; M.T.; FALLIMENTO della (OMISSIS), in persona

del curatore p.t.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 2526/2018 della CORTE D’APPELLO di CATANIA,

depositata il 29/11/2018;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 02/12/2020 dal Consigliere relatore, Dott. ROSARIO

CAIAZZO.

 

Fatto

RILEVATO

CHE:

Con sentenza del (OMISSIS), il Tribunale dei Catania, su istanza di D.P.L. e M.T., dichiarò il fallimento di S.G., titolare dell’impresa individuale, “(OMISSIS)”. Avverso tale sentenza la S. propose reclamo, deducendo: violazione della L. Fall., art. 1, comma 2, per mancanza dei requisiti dimensionali, e omessa valutazione dei dati probatori desumibili dai documenti fiscali; violazione della L. Fall., art. 5, per insussistenza dello stato d’insolvenza, e per il mancato superamento della soglia di Euro 30000,00 indicata dalla L. Fall., art. 15.

Con sentenza emessa il 29.11.18, la Corte d’appello rigettò il reclamo, osservando che: il reclamante non aveva dimostrato l’insussistenza dei requisiti dimensionali per l’assoggettamento al fallimento, poichè, avendo prescelto il regime della contabilità semplificata, aveva prodotto solo documenti contenenti “simulazioni” dei bilanci del triennio 2015/2017 in fogli informali non sottoscritti, inattendibili ai fini in questione; che la mera dichiarazione del consulente dell’impresa circa l’inesistenza di debiti nei confronti dei fornitori era irrilevante; era infondata la doglianza afferente al carattere non definitivo dell’accertamento del credito della ricorrente M., sia perchè la reclamante non aveva allegato l’esito del giudizio, sia perchè la sentenza provvisoriamente esecutiva fondava comunque la legittimazione del creditore a presentare istanza di fallimento.

S.G. ricorre in cassazione con due motivi.

Non si sono costituite le parti intimate.

Diritto

RITENUTO

CHE:

Il primo motivo denunzia violazione e falsa applicazione della L. Fall., art. 1, poichè la Corte territoriale aveva erroneamente ritenuta la sussistenza dei presupposti del fallimento, sebbene fosse stata fornita la prova del possesso congiunto dei requisiti per escludere il fallimento, attraverso la produzione di schemi di bilancio redatti in forma abbreviata, non avendo il ricorrente l’obbligo di redigere e depositare i bilanci annuali poichè utilizzava il regime della contabilità semplificata.

Il secondo motivo deduce omessa ed insufficiente motivazione circa la mancata nomina di c.t.u. per l’esame della documentazione prodotta relativamente alla ricorrenza dei presupposti della dichiarazione di fallimento.

Il primo motivo è inammissibile. La ricorrente si duole che la Corte territoriale abbia ritenuto inattendibili i documenti prodotti, al fine della prova dell’insussistenza dei requisiti del fallimento, senza tener conto che in essi erano stati riprodotti i dati desumibili dalla forma di contabilità semplificata adottata dall’impresa. Anzitutto, va osservato che la doglianza, pur riferita all’inosservanza della L. Fall., art. 1, in realtà deduce l’erroneo apprezzamento della valenza probatoria dei documenti prodotti. Al riguardo, secondo la giurisprudenza di questa Corte – cui il collegio intende dare continuità – la scelta dell’imprenditore di adottare la contabilità semplificata non può attenuare il rigore dei criteri di valutazione delle condizioni di fallibilità di cui alla L. Fall., art. 1, mentre l’apprezzabilità dei documenti prodotti sfugge al sindacato di legittimità (Cass., n. 25188/17).

Ora, nel caso concreto, la critica è inammissibile poichè tende a contestare il giudizio sulla valenza probatoria dei documenti prodotti adducendo il mero fatto che si tratterebbe di documenti inerenti alla contabilità semplificata; al riguardo, la Corte territoriale ha rettamente escluso l’attendibilità dei documenti prodotti anche poichè fogli informali non sottoscritti, con motivazione incensurabile in questa sede.

Il secondo motivo è parimenti inammissibile poichè la motivazione è chiara ed esaustiva, non apparente; il motivo è altresì inammissibile riguardo alla critica dell’insufficienza in quanto relativo ad una versione dell’art. 360 c.p.c., comma 1, n. 5, non applicabile ratione temporis.

Nulla per le spese, attesa la mancata costituzione delle parti intimate.

PQM

La Corte dichiara inammissibile il ricorso.

Ai sensi del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 13, comma 1-quater, dà atto della sussistenza dei presupposti per il versamento, da parte della ricorrente, dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello, ove dovuto, per il ricorso principale, a norma dello stesso art. 13, comma 1-bis.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 2 dicembre 2020.

Depositato in Cancelleria il 4 marzo 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA