Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 5732 del 09/03/2010

Cassazione civile sez. II, 09/03/2010, (ud. 22/01/2010, dep. 09/03/2010), n.5732

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. ELEFANTE Antonino – Presidente –

Dott. MENSITIERI Alfredo – Consigliere –

Dott. MAZZIOTTI DI CELSO Lucio – Consigliere –

Dott. PETITTI Stefano – rel. Consigliere –

Dott. GIUSTI Alberto – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso proposto da:

CONDOMINIO DI VIA (OMISSIS), in persona

dell’amministratore pro tempore, elettivamente domiciliato in Roma,

via di Pietralata n. 320, presso lo studio dell’Avv. Ricci Gigliola

Mazza, che lo rappresenta e difende per procura a margine del

ricorso;

– ricorrente –

contro

B.L. e B.R., elettivamente domiciliate in Roma,

via Giuseppe Pisanelli n. 2, presso lo studio dell’Avv. Di Meo

Stefano, che le rappresenta e difende per procura in calce al

controricorso;

– controricorrenti –

e contro

M.N., elettivamente domiciliata in Roma, via Antonio

Bertoloni n. I/E, presso lo studio dell’Avv. Nicolosi Marco, che la

rappresenta e difende per procura a margine del controricorso;

– controricorrente —

e nei confronti di:

T.R., + ALTRI OMESSI

;

– intimati –

avverso la sentenza della Corte d’appello di Roma n. 3975/2004

depositata il 20 settembre 2004;

udita, la relazione della causa svolta nella pubblica udienza dell’8

aprile 2009 dal Consigliere relatore Dott. PETITTI Stefano;

sentito, per il ricorrente, l’Avvocato Gigliola Mazza Ricci, che ha

chiesto dichiararsi l’estinzione del processo per rinuncia;

sentito, per la resistente M.N., l’Avvocato Marco

Nicolosi, che ha chiesto dichiararsi l’estinzione del processo per

rinuncia;

sentito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

LECCISI Giampaolo, che ha chiesto dichiararsi l’estinzione del

processo per rinuncia.

 

Fatto

RITENUTO IN FATTO

che il Condominio di via (OMISSIS) ha proposto ricorso per Cassazione avverso la sentenza della Corte d’appello di Roma n. 3975 del 2004, depositata il 20 settembre 2004, di rigetto dell’appello da esso Condominio proposto per la riforma della sentenza del Tribunale di Roma n. 15342/1992, depositata il 17 dicembre 1992, che aveva accolto la domanda di M.B. volta a sentir dichiarare la nullita’ delle deliberazioni assunte dal Condominio nell’assemblea tenutasi il giorno 17 giugno 1986;

che hanno resistito, con distinti controricorsi, M.N., nonche’ L. e R.B.;

che, con ordinanza interlocutoria emessa all’esito dell’udienza pubblica dell’8 aprile 2009, e’ stata disposta la rinnovazione della notificazione del ricorso agli eredi di A.G. e a S.L.;

che il Condominio ricorrente, dopo aver eseguito la disposta rinnovazione della notificazione del ricorso, con atto depositato in udienza, ha rinunciato al ricorso.

Diritto

CONSIDERATO IN DIRITTO

che il Condominio ricorrente, in persona del suo amministratore, ha rinunciato al ricorso;

che la rinuncia risulta essere stata accettata dalle controricorrenti L. e B.R., nonche’ dall’erede universale di M.N., A.M.G.;

che tanto la rinuncia quanto le accettazioni sono state sottoscritte anche dai difensori delle parti;

che pertanto deve essere dichiarata l’estinzione del giudizio, con compensazione delle spese del giudizio di legittimita’.

PQM

LA CORTE Dichiara estinto il processo; compensa le spese del giudizio di legittimita’.

Cosi’ deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Seconda Civile della Corte suprema di Cassazione, il 22 gennaio 2010.

Depositato in Cancelleria il 9 marzo 2010

 

 

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA