Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 5050 del 28/02/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Cassazione civile, sez. III, 28/02/2017, (ud. 26/01/2017, dep.28/02/2017),  n. 5050

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CHIARINI Maria Margherita – rel. Presidente –

Dott. ARMANO Uliana – Consigliere –

Dott. BARRECA Giuseppina Luciana – Consigliere –

Dott. DELL’UTRI Marco – Consigliere –

Dott. MOSCARINI Anna – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 17993-2015 proposto da:

GARDENIA SRL, SELENE SRL in persona dell’amministratore unico delle

società R.F., elettivamente domiciliate in ROMA, VIA

COSSERIA 2, presso lo studio dell’avvocato GIUSEPPE PLACIDI,

rappresentate e difese dall’avvocato MARIA GRAZIOSI giusta procura

speciale a margine del ricorso;

– ricorrenti –

contro

COMUNE BOLOGNA, in persona del Sindaco pro tempore, elettivamente

domiciliato in ROMA, VIA ORTI DELLA FARNESINA 126, presso lo studio

dell’avvocato GIORGIO STELLA RICHTER, che lo rappresenta e difende

unitamente agli avvocati GIULIA CARESTIA BASSI, ANTONELLA TODDE

giusta procura speciale a margine del controricorso;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 2461/2014 della CORTE D’APPELLO di BOLOGNA,

depositata il 29/01/2015;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

26/01/2017 dal Consigliere Dott. MARIA MARGHERITA CHIARINI;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CARDINO Alberto, che ha concluso per la riunione;

udito l’Avvocato MARIA GRAZIOSI;

udito l’Avvocato GIORGIO STELLA RICHTER.

Fatto

FATTO E DIRITTO

Letti gli atti del giudizio iscritto al R.G. 17993/2015.

Rilevato che il ricorso de quo ha ad oggetto la sentenza della Corte di Appello di Bologna n.2461/2014 resa in sede di giudizio di revocazione avverso la sentenza n. 133/2014 della medesima A.G.;

Rilevato che avverso altra sentenza della Corte di Appello di Bologna – n. 133/2014 – resa tra le stesse parti gli odierni impugnanti hanno proposto ricorso per cassazione iscritto al R.G. 22285/2014 e pendente innanzi questa sezione, la cui decisione involge la risoluzione di questioni, in punto di fatto e di diritto, parzialmente identiche o comunque correlate a quelle sottese ai motivi di questo ricorso;

Ravvisata pertanto l’opportunità della trattazione congiunta del presente ricorso a quello iscritto al R.G. 22285/2014.

PQM

La Corte rinvia a nuovo ruolo per la trattazione congiunta del presente ricorso e del ricorso iscritto al R.G. 22285/2014.

Così deciso in Roma, il 26 gennaio 2017.

Depositato in Cancelleria il 28 febbraio 2017

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA