Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 5034 del 02/03/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 5034 Anno 2018
Presidente: CRISTIANO MAGDA
Relatore: VALITUTTI ANTONIO

ORDINANZA INTERLOCUTORIA
sul ricorso 28894-2016 proposto da:
CECIARINI ADOLFO, CECIARINI ALESSANDRO, elettivamente domiciliati in
ROMA, VIA D. CHELINI n.5, presso lo studio dell’avvocato FABIO VERONI,
rappresentati e difesi dall’avvocato MASSIMO CECIARINI;
– ricorrenti contro

MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.P.A., ITALFON DIARIO S.P.A.;
– intimati –

avverso la sentenza n. 1589/2016 della CORTE D’APPELLO di FIRENZE,
depositata il 05/10/2016;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non partecipata
del 18/01/2018 dal Consigliere Dott. ANTONIO VALITUTTI.

Data pubblicazione: 02/03/2018

Rilevato che:
Adolfo Ceciarini e Alessandro Ceciarini hanno proposto ricorso per cassazione
nei confronti della sentenza n. 1589/2016, emessa dalla Corte d’appello di
Firenze, depositata il 5 ottobre 2016, con la quale è stato respinto l’appello
proposto dagli odierni ricorrenti avverso la decisione n. 574/2014 del Tribunale
di Grosseto, che aveva rigettato l’opposizione al decreto ingiuntivo n. 30/1999,

le intimate Monte del Paschi di Siena e Italfondiario s.p.a. non hanno svolto
attività difensiva;
Considerato che:
nel caso di specie, attesa la controvertibilità della questione, non ricorrano i
presupposti per la decisione camerale ex art. 380 bis cod. proc. civ., e che,
pertanto, la causa debba essere rimessa alla pubblica udienza, ai sensi dell’art.
375, secondo comma, cod. proc. civ., come novellato dall’art. 1 bis della legge
25 ottobre 2016, n. 197.
P.Q.M.
Rimette la causa alla pubblica udienza.
Così deciso in Roma il 18/01/2018.

emesso nei confronti dei Ceciarini quali fideiussori della fallita Sogedil s.r.I.;

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA