Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 4934 del 15/02/2022

Cassazione civile sez. II, 15/02/2022, (ud. 20/01/2022, dep. 15/02/2022), n.4934

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. GIUSTI Alberto – Presidente –

Dott. GIANNACCARI Rossana – Consigliere –

Dott. FORTUNATO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. OLIVA Stefano – Consigliere –

Dott. MASSAFRA Annachiara – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso iscritto al n. 13805/2017 R.G. proposto da:

D.F.S., rappresentato e difeso dall’avv. Antonio

Tallarida, e dall’avv. Giusepe Faberi, con domicilio eletto in Roma,

alla Via Fabio Massimo n. 60;

– ricorrente –

contro

F.G., E F.S., rappresentati e difesi dagli

avv.ti Luca Siviero, e Andrea Faresin, elettivamente domiciliati in

Roma, alla Via Tacito n. 23;

– controricorrenti –

e

CONSORZIO D’URBANIZZAZIONE PONTESELO, in persona del legale

rappresentante p.t., rappresentato e difeso dall’avv. Giuseppe

Battanin, Eleronora Bettanin e Donatella Geromel, con domicilio

eletto in Roma, alla Via Caposile n. 10;

– controricorrente –

G.G.;

– intimato –

avverso la sentenza della Corte d’appello di Venezia n. 538/2017,

pubblicata in data 10.3.2017;

Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del giorno

20.1.2022 dal Consigliere Dott. Giuseppe Fortunato.

 

Fatto

RILEVATO

CHE:

– il ricorso principale e quello incidentale non risultano notificati a B.C., che è stata parte del giudizio di appello; la complessità delle questioni sollevate nel presente giudizio di legittimità rende opportuna la trattazione della causa in pubblica udienza.

PQM

ordina la notifica del ricorso principale e di quello incidentale a B.C. entro il termine di gg. 60 dalla comunicazione della presente ordinanza;

rimette la causa in pubblica udienza.

Così deciso in Roma, nella camera di consiglio della sezione Seconda civile, il 20 gennaio 2022.

Depositato in Cancelleria il 15 febbraio 2022

 

 

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA