Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 4736 del 28/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 4736 Anno 2018
Presidente: MANNA FELICE
Relatore: ORICCHIO ANTONIO

ORDINANZA i K3

c

12( ,±

sul ricorso 1625 – 2017 proposto da:
ROMA CAPI ” I ‘ ..M

024387505Ri, in persona del Sindaco pro

tempore, elettivamente donaietainROMA, VIA DV,I, TEMPIO DI
GIOVI 21, prcssn ‘WVOCA’ll’IZA, CAPITOLIN A, rappresentata e
difesa dagli avvocati ANT( l( ( ,I A V ARI l i ,A, DOMI ‘,NICO
ROSSI:

– ricorrente contro
CONDOMINIO 1′ i1/1,A IN.’ N ‘Bili ANO 4 ROMA, in persona
dell ‘ Amminktratore nro tempor„ elettivamente domiciliato in ROMA,
‘\ 35, presso lo studio dell ‘ avvocato

VIA PASQI„. Al.!
DAN1 .0 1)1’.

, (.;1 .IS, che

rappresenta e difende;

– controricorrente –

Data pubblicazione: 28/02/2018

avverso la sentenza n. 5610/2(116 della CORTE D’APPEllk)

di

ROMA , depositata il 27/09/2016;
udita la relazione della causa SV( lta . nella camera di consiglio non
partecipata del

o7/ 12/2017

d al

(,onsigliere Dott. ANTONIO

ORICC1110.

Ric. 2017 n. 01625 sez. M2 – ud. 07-12-2017
-2-

Rilevato che :
è stata impugnata la sentenza n. 5610/2016 della Corte di
Appello di Roma con ricorso fondato su un unico articolato
motivo e resistito con controricorso del Condominio
intimato.

fattispecie in giudizio, riepilogare , in breve e tenuto conto
del tipo di decisione da adottare, quanto segue.
La controversia verte in tema di canone di occupazione di
suolo pubblico (Tosap).
La gravata decisione ha già rigettato l’appello proposto dal
Comune di Roma avverso la sentenza del Tribunale di quella
Città n. 10219/2010 con la quale era stata accolta
l’opposizione del Condominio di cui in epigrafe concernente
l’avviso di pagamento del canone (oltre euro diecimila) per
l’occupazione del suolo realizzata con griglie ed
intercapedini intorno al perimetro dello stabile condominiale.
Considerato che :
1.- Con l’unico articolato motivo del ricorso si censura la
gravata decisione, ai sensi dell’art. 360, n. 3 c.p.c, sotto vari
aspetti concernenti la pretesa violazione dell’art. 63 del
D.L.vo n. 446/1997 e di varie altre norme regolamentari,
nonché -in particolare-

la sussistenza dei presupposti

impositivi in dipendenza dell’irrilevanza

della natura

Giova, anche al fine di una migliore comprensione della

del’occupazione e dell’originaria

proprietà dell’area di

sedime.
2.- La Corte ritiene l’opportunità di rimettere alla pubblica
udienza la trattazione della controversia attesa la mancanza,
in ipotesi, di evidenza decisoria.

La Corte
Rinvia alla pubblica udienza.
Così deciso nella Camera di Consiglio della Sesta Sezione
Civile – 2 della Corte Suprema di Cassazione il
7 dicembre 2017.

4

P.Q.M.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA