Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 4487 del 23/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 4487 Anno 2018
Presidente: PETITTI STEFANO
Relatore: FALASCHI MILENA

ORDINANZA INTERLOCUTORIA
sul ricorso 12680-2015 proposto da:
ENI SRL, in persona dell’amministratore unico, Attivamente
domiciliata in ROMA, CASSIODORO 1/A, presso lo studio
dell’avvocato GIORGIO COSTANTINO, che la rappresenta e
difende;

– ricorrente contro
AEDES SIIQ SPA, in persona del legale rappresentante, elettivamente
domiciliata in ROMA VIA A. BERTOLONI 44, presso lo studio
dell’avvocato N’ATTE° FALCIONE, che la rappresenta e difende
unitamente all’avvocato DAVIDE TRAINA;

– controficorrente nonché contro

Data pubblicazione: 23/02/2018

SASSONE SONIA, SAPIO ANTONIO, TRIMARCO
SALVATORE, SAPIO CARMINE, LOVECCHIO ANTONIO,
NICOLETTI NLARIA CYNTHIA CLELIA, TEORA ANTONIO,
PIZZIRUSSO ROCCO, PIZZIRUSSO SALVATORE;

avverso la sentenza n. 703/2015 della CORTE D’APPELLO di
MILANO, depositata il 13/02/2015;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata del 09/06/2017 dal Consigliere Dott. MILENA
FALASC HI.

FATTO E DIRITTO
Aedilia Quattro s.r.l. in liquidazione evocava la Fin s.r.1., Antonio Sapio,
Salvatore Trimarco, Carmine Sapio, Antonio Lovecchio Maria Cynthia Clelia
Nicoletti, Antonio Teora, Rocco Pizzirusso, Salvatore Pizzirusso e Sonia
Sassone dinanzi al Tribunale di Milano, chiedendone la condanna al
pagamento dell’importo di f, 8.580.000,00, pari al doppio della caparra versata
per l’acquisto di un costruendo centro commerciale.
Il giudice adito, con sentenza n. 1133/2011, accoglieva la domanda attorea.
In virtù di rituale appello interposto dalla Fm s.r.1., da Antonio Sapio, da
Salvatore Trimarco, da Carmine Sapio, da Antonio Lovecchio, da Maria
Cvnthia Gleba Nicoletti, da Antonio Teora, da Rocco Pizzirusso, e da
Salvatore Pizzirusso (alle cui ragiOni aderiva con successivo atto di
costituzione Sonia Sassone), la Corte di Appello di Milano, con sentenza n.
703/15, accoglieva in parte il gravame, stabilendo che la sola Fm s.r.l. dovesse
corrispondere l’importo anzidetto, mentre gli altri appellati erano obbligati a
versare solo €, 180.000,00.

Ric. 2015 n. 12680 sez. M2 – ud. 09-06-2017
-2-

– intimati –

La Fm srl ha proposto ricorso per cassazione sulla base di due motivi, cui ha
resistito la sola Aedes spa con controricorso.
La proposta del relatore, ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., nel senso della
manifesta infondatezza del ricorso, è stata comunicata alle parti, unitamente al
decreto di fissazione dell’adunanza in camera di consiglio.

Il Collegio, all’esito dell’adunanza camerale, ritiene che non sussistano
nella specie i requisiti di cui al n. 5 dell’art. 375 c.p.c., per la trattazione della
causa in Camera di consiglio, ossia dell’evidenza decisoria e, pertanto, la stessa
deve essere rimessa al Presidente della seconda sezione civile per la fissazione
in pubblica udienza.

P.Q.M.

La Corte rinvia la causa a nuovo ruolo per la rimessione della stessa in
pubblica udienza.
Così deciso in Roma, nella camera di consiglio della VI – 2^ Sezione
civile della Corte di Cassazione, il 9 giugno 2017.

La società ricorrente ha anche depositato memoria illustrativa.

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA