Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 4479 del 24/02/2010

Cassazione civile sez. II, 24/02/2010, (ud. 26/01/2010, dep. 24/02/2010), n.4479

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. TRIOLA Roberto Michele – Presidente –

Dott. MAZZIOTTI DI CELSO Lucio – rel. Consigliere –

Dott. GOLDONI Umberto – Consigliere –

Dott. MIGLIUCCI Emilio – Consigliere –

Dott. CORRENTI Vincenzo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 23589-2004 proposto da:

S.N. (OMISSIS), elettivamente domiciliato in

ROMA, VIA FONTANELLA BORGHESE 72, presso lo studio dell’avvocato

VOLTAGGIO FRANCESCO, che lo rappresenta e difende unitamente

all’avvocato STECCANELLA ALBERTO;

– ricorrente –

contro

COMUNE PORDENONE (OMISSIS), in persona del Sindaco pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, VIA FRANCESCO SIACCI 2-B, presso

lo studio dell’avvocato DE MARTINI CORRADO, che lo rappresenta e

difende unitamente all’avvocato ANNECHINI EGIDIO;

e contro

B.I. (OMISSIS), elettivamente domiciliato in

ROMA, VIA CASSIODORO 9, presso lo studio dell’avvocato NUZZO MARIO,

che lo rappresenta e difende unitamente all’avvocato PADOVINI FABIO;

– controricorrenti con due separati controricorsi –

avverso la sentenza n. 407/2003 della CORTE D’APPELLO di TRIESTE,

depositata il 14/08/2003;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

26/01/2010 dal Consigliere Dott. LUCIO MAZZIOTTI DI CELSO;

udito l’Avvocato VOLTAGGIO Antonio, con delega depositata in udienza

dell’Avvocato STECCANELLA difensore del ricorrente che ha chiesto

l’estinzione per rinuncia;

uditi gli Avvocati BLASI Sergio, con delega depositata in udienza

dell’Avvocato NUZZO Mario; DE MARTYINI Corrado, che deposita atto di

accettazione di rinuncia al ricorso e chiedono l’estinzione per

rinuncia;

udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

SGROI Carmelo che ha concluso per l’estinzione del procedimento per

intervenuta rinuncia.

La Corte:

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

rilevato che:

– con atto depositato il 9/2/2009, sottoscritto personalmente, l’avvocato S.A., quale procuratore speciale e difensore del ricorrente S.N. e a tanto autorizzato, ha rinunciato al ricorso proposto avverso la sentenza n. 407/03 pronunciata dalla corte di appello di Trieste;

– con atto depositato il 20/2/2009 gli avvocati P.F. e N.M., quali procuratori speciali e difensori di B. I. e a tanto autorizzati, hanno accettato la detta rinuncia.

– con atto depositato il 26/1/2010 – sottoscritto personalmente e dal difensore avvocato D.M.C. – il vice Sindaco in carica del Comune di Pordenone ha accettato la rinuncia;

ritenuto pertanto di dover pronunciare l’estinzione del processo di cassazione a norma degli artt. 390 e 391 c.p.c. senza necessità di provvedere in ordine alle spese del giudizio di legittimità.

P.Q.M.

dichiara l’estinzione del processo per rinuncia al ricorso.

Così deciso in Roma, il 26 gennaio 2010.

Depositato in Cancelleria il 24 febbraio 2010

 

 

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA