Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 4211 del 21/02/2011

Cassazione civile sez. III, 21/02/2011, (ud. 13/01/2011, dep. 21/02/2011), n.4211

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. TRIFONE Francesco – Presidente –

Dott. UCCELLA Fulvio – Consigliere –

Dott. SPIRITO Angelo – Consigliere –

Dott. LEVI Giulio – Consigliere –

Dott. LANZILLO Raffaella – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 4707/2006 proposto da:

C.G.P., in qualità di curatore del fallimento CHINI

s.r.l., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA MERCALLI 46 (ST. AVV.

DINO COSTANZA), presso lo studio dell’avvocato CORSI Francesco,

rappresentato e difeso dall’avvocato MARCUCCI DANIELA, giusta delega

a margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

RIVIERA DI GIUNTI IREO & C. S.A.S. (OMISSIS), in persona del

socio

accomandatario Sig. G.I., elettivamente domiciliata in ROMA,

VIA CELIMONTANA 38, presso lo studio dell’avvocato PANARITI Benito

Piero, che la rappresenta e difende, giusta delega in calce al

controricorso;

– controricorrente –

e contro

LA COLONIALE COMMISSIONARIA ZUCCHERI DI MALTINTI GIUSEPPE &

C.

S.A.S.;

– intimata –

avverso la sentenza n. 984/2005 della CORTE D’APPELLO di FIRENZE,

Sezione Prima Civile, emessa il 1/02/2005, depositata il 28/06/2005,

r.g.n. 318/2003;

udita la relazione della causa svolta nella Pubblica udienza del

13/01/2011 dal Consigliere Dott. RAFFAELLA LANZILLO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

RUSSO Libertino Alberto, che ha concluso per l’estinzione per

rinuncia.

La Corte:

Fatto

FATTO E DIRITTO

rilevato che con atto notificato alla controparte e depositato all’odierna udienza di discussione il ricorrente ha dichiarato di rinunciare al ricorso;

che la resistente costituita, s.a.s. Riviera, ha a sua volta depositato dichiarazione di accettazione della rinuncia;

rilevata la regolarità e la tempestività della rinuncia, ai sensi dell’art. 390 cod. proc. civ..

P.Q.M.

dispone l’estinzione del giudizio.

Così deciso in Roma, il 13 gennaio 2011.

Depositato in Cancelleria il 21 febbraio 2011

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA