Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 4119 del 18/02/2020

Cassazione civile sez. I, 18/02/2020, (ud. 28/11/2019, dep. 18/02/2020), n.4119

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CRISTIANO Magda – Presidente –

Dott. FEDERICO Guido – Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – Consigliere –

Dott. DELL’ORFANO Antonella – Consigliere –

Dott. GORI Pierpaolo – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 21809/2018 proposto da:

M.A., rappresentato e difeso dall’Avv. Marco Giorgetti,

domiciliato presso la Cancelleria della Corte;

– ricorrente –

contro

Ministero dell’Interno, in persona del Ministro p.t.;

– intimato –

avverso il decreto del TRIBUNALE di ANCONA, depositato il 29/5/2018;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

28/11/2019 da Dott. GORI PIERPAOLO.

Fatto

RILEVATO

che:

– Con decreto n. 6928 depositato in data 29.5.2018 nella controversia iscritta all’RGN 662/2018 il Tribunale di Ancona rigettava il ricorso proposto da M.A., nato in (OMISSIS), in impugnazione del provvedimento di diniego della protezione notificatogli il 9.1.2018 dalla Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale di Ancona.

– Il ricorrente chiedeva il riconoscimento del suo diritto alla protezione sussidiaria ex D.Lgs. n. 251 del 2007, o, ancora, il riconoscimento di un permesso di soggiorno per motivi umanitari.

Avverso la decisione il richiedente ha notificato in data 21.9.2018 ricorso, affidato a quattro motivi, e il Ministero dell’Interno non ha svolto difese, restando intimato.

– Ritenuto necessario, ai fini della valutazione della tempestività del ricorso, adempimento che dev’essere compiuto d’ufficio, acquisire il fascicolo del merito.

P.Q.M.

– La Corte dispone l’acquisizione del fascicolo del merito.

Così deciso in Roma, il 28 novembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 18 febbraio 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA