Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 4118 del 18/02/2020

Cassazione civile sez. I, 18/02/2020, (ud. 28/11/2019, dep. 18/02/2020), n.4118

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CRISTIANO Magda – Presidente –

Dott. FEDERICO Guido – rel. Consigliere –

Dott. DOLMETTA Aldo Angelo – Consigliere –

Dott. SOLAINI Luca – Consigliere –

Dott. DELL’ORFANO Antonella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 22853/2018 proposto da:

L.B., rappresentato e difeso dall’avv. Antonio Fraternale,

elettivamente domiciliato presso il suo studio in Pesaro, via

Castelfidardo, 26;

– ricorrente –

contro

Ministero Dell’interno, (OMISSIS), elettivamente domiciliato in Roma

Via Dei Portoghesi 12, Avvocatura Generale Dello Stato. che lo

rappresenta e difende;

– controricorrente –

avverso il decreto del TRIBUNALE di ANCONA, depositata il 03/07/2018;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

28/11/2019 dal Cons. Dott. FEDERICO GUIDO.

Fatto

IN FATTO E IN DIRITTO

Il Collegio rilevata la particolare rilevanza della questione di diritto relativa al fatto che, in materia di protezione internazionale, l’udienza di comparazione, D.Lgs. n. 25 del 2008, ex art. 35 bis, sia tenuta da un Got, il quale non fa parte della sezione specializzata istituita presso il tribunale, mentre la decisione sul ricorso sia stata deliberata, in camera di consiglio, da un collegio i cui componenti erano diversi dal Got che aveva tenuto l’udienza stessa.

Visto l’art. 375 c.p.c., come modificato dal D.L. 31 agosto 2016, n. 168, art. 1 bis, comma 1, lett. a), n. 2), conv. con modificazioni dalla L. n. 197 del 2016.

P.Q.M.

Rinvia la causa alla pubblica udienza.

Così deciso in Roma, il 28 novembre 2019.

Depositato in Cancelleria il 18 febbraio 2020

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA