Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 3910 del 16/02/2018


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 1 Num. 3910 Anno 2018
Presidente: GIANCOLA MARIA CRISTINA
Relatore: MERCOLINO GUIDO

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 1642/2013 R.G. proposto da

C-3

FINTECNA S.P.A.in persona dell’amministratore delegato p.t. Marcello Villa,
rappresentata e difesa dal Prof. Avv. Giovanni Giacobbe, con domicilio eletto
in Roma, lungotevere dei Mellini, n. 24;
– ricorrente e controricorrente contro
ASTALDI S.P.A., in persona del direttore generale p.t. Marco Foti, in proprio
e nella qualità di capogruppo dell’ASSOCIAZIONE TEMPORANEA D’IMPRESE
con ITALIANA COSTRUZIONI S.P.A., RIZZANI DE ECCHER S.P.A., SISTEMA
S.C.A.R.L., S.A.C.I.E. – SOCIETA’ APPALTI COSTRUZIONI IDRAULICHE EDILI S.P.A. e R.T.E. – ROMANA TECNO EDILE S.R.L., rappresentata e difesa
dall’Avv. Alessandro Pallottino, con domicilio eletto in Roma, via Oslavia, n.
12;
– controricorrente e ricorrente incidentale avverso la sentenza della Corte d’appello di Roma n. 5452/12 depositata il 5

St

Data pubblicazione: 16/02/2018

novembre 2012.

Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del 4 ottobre 2017 dal
Consigliere Guido Mercolino.

Rilevato che, con lodo emesso il 15 giugno 1995, il collegio arbitrale

contratto di appalto stipulato il 22 novembre 1989 tra la Servizi Tecnici
S.p.a., concessionaria dell’Università La Sapienza di Roma per la costruzione della nuova sede del Dipartimento di Informatica e Sistemistica della Facoltà d’Ingegneria, e l’Astaldi S.p.a., in proprio e nella qualità di mandataria
dell’Associazione Temporanea d’Imprese costituita con la Rizzani De Eccher
S.p.a., la Sistema S.c.a.r.I., la S.A.C.I.E. – Società Appalti Costruzioni Edili
S.r.l. e la R.T.E. – Romana Tecno Edile S.r.l., appaltatrice della predetta
opera, rigettò la domanda di adempimento proposta in via riconvenzionale
dall’Astaldi e, in accoglimento della domanda principale, condannò la Servizi
Tecnici al pagamento della somma di Lire 4.339.273.117, oltre interessi, a
titolo di risarcimento dei danni per l’illegittima sospensione dei lavori, nonché della somma di Lire 2.793.923 al giorno, a titolo di risarcimento del
danno futuro, fino all’estinzione dell’appalto;
che il lodo è stato impugnato dalla Servizi Tecnici dinanzi alla Corte di
appello di Roma, che con sentenza del 5 novembre 2012 ha rigettato il gravame principale ed accolto quello incidentale proposto dall’Astaldi, dichiarando la nullità parziale del lodo e condannando l’attrice al pagamento della
rivalutazione monetaria secondo gl’indici Istat sulle somme riconosciute a
titolo di lucro cessante, con la decorrenza indicata nel lodo e fino al 15 giugno 1995;
che avverso la predetta sentenza ha proposto ricorso per cassazione,

articolato in nove motivi, la Fintecna S.p.a. (già Servizi Tecnici);
che l’Astaldi ha resistito con controricorso, proponendo ricorso incidentale, articolato in tre motivi, al quale la Fintecna ha resistito a sua volta con
controricorso.

2

nominato per la risoluzione di una controversia relativa all’esecuzione di un

Considerato che, con atto ritualmente sottoscritto anche dal difensore il
20 luglio 2017 e depositato in Cancelleria il 10 agosto 2017, la Fintecna ha
rinunciato al ricorso principale, con l’accettazione dell’Astaldi, la quale, in
proprio e nella qualità di mandataria dell’ATI, ha a sua volta rinunciato al ricorso incidentale, con l’adesione della controparte, chiedendo, congiuntamente a quest’ultima, la compensazione delle spese di lite;

rale, ricorrono i presupposti prescritti dall’art. 390 cod. proc. civ. per la dichiarazione di estinzione del giudizio di legittimità, senza che occorra procedere al regolamento delle spese processuali, avuto riguardo all’accettazione
delle reciproche rinunce ad opera delle parti, che, ai sensi dell’art. 391,
quarto comma, cod. proc. civ., preclude la condanna delle rinuncianti alle
spese.

P.Q.M.
dichiara estinto il giudizio.
Così deciso in Roma il 4/10/2017
Il Presidente
Funziorric,)
Dott.ssa Fa:,riz;ia

NE

che, essendo la rinuncia intervenuta anteriormente all’adunanza carne-

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA