Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 38578 del 06/12/2021

Cassazione civile sez. VI, 06/12/2021, (ud. 21/09/2021, dep. 06/12/2021), n.38578

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMENDOLA Adelaide – Presidente –

Dott. FIECCONI Francesca – rel. Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. IANNELLO Emilio – Consigliere –

Dott. PELLECCHIA Antonella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 16346-2020 proposto da:

M.A., C.M., entrambi in proprio ed anche nella loro

qualità di esercenti la responsabilità genitoriale e la legale

rappresentanza della figlia minore M.B., M.A.,

M.F., elettivamente domiciliati in ROMA, CORSO TRIESTE 185,

presso lo studio dell’avvocato RAFFAELE VERSACE, rappresentati e

difesi dall’avvocato MARUSCA CHITO’;

– ricorrenti –

contro

INTESA SAN PAOLO SPA, in persona del legale rappresentante pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA EMILIA 86/90, presso

lo studio dell’avvocato MAURIZIO CORAIN, che la rappresenta e

difende unitamente all’avvocato GIANCARLO MORELLI;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 29/2020 della CORTE D’APPELLO di BRESCIA,

depositata il 09/01/2020;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 21/09/2021 dal Consigliere Relatore Dott. FRANCESCA

FIECCONI.

 

Fatto

RILEVATO

che:

1. Con atto notificato via pec il 12/6/2020, M.A. e C.M. anche in rappresentanza delle figlie minori M.B., M.A. e M.F. propongono ricorso per cassazione, affidato a tre motivi, avverso la sentenza n. 29/2020 della Corte d’appello di Brescia, pubblicata in data 9/1/2020. Intesa San Paolo ha notificato controricorso.

2. I difensori delle parti, nelle more del giudizio, hanno depositato memorie in cui dichiarano di avere rinunciato al ricorso e al controricorso, con allegazione dei relativi atti.

Diritto

CONSIDERATO

che:

3. Rilevato preliminarmente che i ricorrenti e la resistente hanno fatto pervenire presso cancelleria di questo ufficio atto di rinuncia al ricorso, notificato il 24.6.2021 alla resistente, la quale ha accettato la rinuncia in data 20. 7. 2021, atti dai quali si evince che le parti non hanno più interesse alla prosecuzione del giudizio, in quanto nelle more è stato raggiunto un accordo, formulando ai sensi dell’art. 390 c.p.c. la volontà di volere rinunciare al ricorso per cassazione con compensazione totale delle spese di giudizio.

P.Q.M.

La Corte, preso atto della rinuncia delle parti, visto l’art. 391 c.p.c. dichiara estinto il giudizio;

nulla per le spese.

Così deciso in Roma, il 21 settembre 2021.

Depositato in Cancelleria il 6 dicembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA