Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 38259 del 03/12/2021

Cassazione civile sez. VI, 03/12/2021, (ud. 19/10/2021, dep. 03/12/2021), n.38259

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MOCCI Mauro – Presidente –

Dott. CONTI Roberto Giovanni – Consigliere –

Dott. CROLLA Cosmo – rel. Consigliere –

Dott. CAPRIOLI Maura – Consigliere –

Dott. DELLI PRISCOLI Lorenzo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 26030-2019 proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, (C.F. (OMISSIS)), in persona del Direttore pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12,

presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e

difende ope legis;

– ricorrente –

contro

ASSOCIAZIONE CULTURALE SUONO;

– intimata –

avverso la sentenza n. 319/7/2019 della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE dell’EMILIA ROMAGNA, depositata il 14/02/2019;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio non

partecipata del 19/10/2021 dal Consigliere Relatore Dott. COSMO

CROLLA.

 

Fatto

RILEVATO

che:

1. L’Associazione Culturale Suono impugnava l’avviso di accertamento, notificato in data 6/3/2013, con il quale l’Agenzia delle Entrate, all’esito di un p.v.c. del Nucleo di Polizia Tributaria, recuperava le maggiori imposta Ires, Irap e IVA con riferimento all’anno 2012, disconoscendo la sussistenza dei requisiti, previsti dal D.P.R. n. 917 del 1986, art. 148, per l’acceso al regime agevolato per gli enti non commerciali.

2.La Commissione Tributaria Provinciale di Ferrara accoglieva il ricorso.

3 Sull’impugnazione dell’Agenzia delle Entrale la Commissione Tributaria Regionale dell’Emilia Romagna rigettava l’appello e, confermando quanto argomentato dal giudice di primo grado, dichiarava la nullità dell’avviso di accertamento, comminata dalla L. n. 212 del 2000, art. 12, comma 7, per non avere l’Ufficio confutato in modo specifico ed analitico i rilievi mossi dalla contribuente.

3 Avverso la sentenza ha proposto ricorso per Cassazione l’Amministrazione Finanziaria sulla base di un unico motivo. La contribuente non si è costituita

4 Sulla proposta avanzata dal relatore ai sensi del novellato art. 380 bis c.p.c., risulta regolarmente costituito il contraddittorio.

Diritto

CONSIDERATO

che:

1. Con l’unico motivo denuncia violazione e falsa applicazione della L. n. 212 del 2020, art. 12, comma 7; si argomenta che la CTR ha erroneamente preteso che, a pena di nullità dell’atto, l’Ufficio avrebbe dovuto fornire specifiche e puntuali risposte alle osservazioni formulate dal contribuente.

2 Il motivo è fondato.

2.1 Risulta dall’avviso di accertamento, riprodotto in ossequio al principio di specificità nel ricorso, che l’Ufficio ha tenuto conto della memoria prodotta dall’Associazione ritenendola non idonea a fornire nuovi elementi utili ad una diversa valutazione di quanto dettagliatamente descritto nel pvc.

2.2 Si discute, quindi, soltanto della mancata esplicitazione nella motivazione dell’atto impositivo della valutazione delle osservazioni del contribuente.

2.3 Lo statuto dei diritti del contribuente, art. 12, comma 7, prevede che “Nel rispetto del principio di cooperazione tra amministrazione e contribuente, dopo il rilascio della copia del processo verbale di chiusura delle operazioni da parte degli organi di controllo, il contribuente può comunicare entro sessanta giorni osservazioni e richieste che sono valutate dagli uffici impositori. L’avviso di accertamento non può essere emanato prima della scadenza del predetto termine, salvo casi di particolare e motivata urgenza”.

2.3 Secondo il consolidato orientamento di questa Corte ” in tema di imposte sui redditi e sul valore aggiunto, è valido l’avviso di accertamento che non menzioni le osservazioni del contribuente L. n. 212 del 2000, ex art. 12, comma 7, atteso che, da un lato, la nullità consegue solo alle irregolarità per le quali sia espressamente prevista dalla legge oppure da cui derivi una lesione di specifici diritti o garanzie tale da impedire la produzione di ogni effetto e, dall’altro lato, l’Amministrazione ha l’obbligo di valutare tali osservazioni, ma non di esplicitare detta valutazione nell’atto impositivo (v. per tutte, Cass. n. 34519 del 2019, Cass. n. 8378 del 2017, Cass. n. 3583 del 2016). All’obbligo dell’amministrazione finanziaria di “valutare” le osservazioni del contribuente (cui l’imposizione del termine dilatorio, a pena di nullità, è strumentale) non si aggiunge l’ulteriore obbligo di esplicitare detta valutazione nell’atto impositivo, a pena di nullità (Cass. 8378/2017).

2.4 Ha, quindi, errato la CTR nell’affermare la nullità dell’avviso di accertamento per non avere l’Agenzia delle dato conto in modo specifico e dettagliato dei rilievi difensivi contenuti nel memoria del contribuente depositata nel corso del procedimento ammnistrativo.

3 Per tutto quanto sopra esposto, in accoglimento del primo motivo del ricorso, va cassata la sentenza impugnata, con rinvio alla Commissione Tributaria Regionale dell’Emilia Romagna, in diversa composizione. Il giudice del rinvio provvederà alla liquidazione delle spese processuali del presente giudizio di legittimità.

P.Q.M.

La Corte:

accoglie il ricorso, cassa la sentenza impugnata e rinvia la causa alla Commissione tributaria regionale dell’Emilia Romagna in diversa composizione, cui demanda di provvedere anche sulle spese del giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, nella Camera di Consiglio, il 19 ottobre 2021.

Depositato in Cancelleria il 3 dicembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA