Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 37843 del 01/12/2021

Cassazione civile sez. trib., 01/12/2021, (ud. 23/11/2021, dep. 01/12/2021), n.37843

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TRIBUTARIA

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. CIRILLO Ettore – Presidente –

Dott. NAPOLITANO Lucio – Consigliere –

Dott. CONDELLO Pasqualina – Consigliere –

Dott. GUIDA Riccardo – rel. Consigliere –

Dott. D’AQUINO Filippo – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso iscritto al n. 11938/2014 R.G. proposto da:

FALLIMENTO (OMISSIS) SRL, (già (OMISSIS) Srl), elettivamente

domiciliato in Roma, Via Borgognona 47, presso lo studio

dell’avvocato Gianluca Brancadoro, rappresentata e difesa

dall’avvocato Antonio Vincenzi e dell’avvocato Gerardo Arenella.

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE ENTRATE, in persona del direttore pro tempore,

rappresentata e difesa dall’Avvocatura Generale dello Stato, con

domicilio legale in Roma, via dei Portoghesi, n. 12, presso

l’Avvocatura Generale dello Stato.

– controricorrente –

Avverso la sentenza della COMM. TRIB. REG. Emilia-Romagna n.

550/08/14, pronunciata il 17/03/2014, depositata il 24/03/2014.

Udita la relazione svolta nella pubblica udienza del 23 novembre

2021, D.L. 28 ottobre 2020, n. 137, ex art. 23, comma 8-bis,

convertito dalla L. 18 dicembre 2020, n. 176, dal Consigliere

Riccardo Guida.

Dato atto che il Sostituto Procuratore generale Troncone Fulvio ha

chiesto che sia dichiarata l’estinzione del giudizio.

 

Fatto

RAGIONI DELLA DECISIONE

1. La società (OMISSIS) Srl, dichiarata fallita in pendenza del giudizio di legittimità, ha proposto ricorso, con quattro motivi, contro l’Agenzia delle entrate, che resiste con controricorso, avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale (“C.T.R.”) dell’Emilia-Romagna che, in accoglimento dell’appello dell’Amministrazione finanziaria, ha riformato la sentenza di primo grado che, a sua volta, aveva annullato l’avviso di accertamento, ai fini Ires, Irap, Iva, per il periodo d’imposta 2006, che recuperava a tassazione una sopravvenienza attiva da cessione di un contratto di leasing immobiliare e costi indeducibili (costi per beni omaggio).

2. Con memoria datata 28/01/2021 la Curatela della società contribuente ha dichiarato di rinunciare al ricorso, ai sensi dell’art. 390 c.p.c., ha dato atto dell’adesione alla rinuncia e alla compensazione delle spese legali da parte dell’Avvocatura generale (giusta dichiarazione del 29/01/2021 prodotta in calce alla detta memoria) e, in conclusione, ha chiesto che sia dichiarata l’estinzione del giudizio, con compensazione delle spese di lite.

3. Sussistono i presupposti per provvedere in conformità.

P.Q.M.

Dichiara estinto il giudizio e compensa, tra le parti, le spese del

giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, il 23 novembre 2021.

Depositato in Cancelleria il 1 dicembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA