Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 37016 del 26/11/2021

Cassazione civile sez. VI, 26/11/2021, (ud. 06/10/2021, dep. 26/11/2021), n.37016

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE T

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. LUCIOTTI Lucio – Presidente –

Dott. CAPRIOLI Maura – Consigliere –

Dott. LA TORRE Maria Enza – Consigliere –

Dott. DELLI PRISCOLI Lorenzo – Consigliere –

Dott. RAGONESI Vittorio – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 13780-2020 proposto da:

AGENZIA DELLE ENTRATE, (C.F. (OMISSIS)), in persona del Direttore pro

tempore, elettivamente domiciliata in ROMA, VIA DEI PORTOGHESI 12,

presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, che la rappresenta e

difende ope legis;

– ricorrente –

contro

VIP COLOR SNC DI P.F. E C., in persona del legale

rappresentante pro tempore, P.F., M.A.,

elettivamente domiciliati in ROMA, LUNGOTEVERE FLAMINIO, 22, presso

lo studio dell’avvocato EDOARDO BERTERO, che li rappresenta e

difende unitamente all’avvocato CARLO BORE1LO;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 787/1/2019 della COMMISSIONE TRIBUTARIA

REGIONALE del PIEMONTE, depositata il 14/06/2019;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 06/10/2021 dal Consigliere Relatore Dott. VITTORIO

RAGONESI.

 

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

La Commissione tributaria provinciale di Torino, con sentenza n. 857/17, sez. 8, accoglieva, a seguito di rinvio da parte della Corte di Cassazione i ricorsi riuniti proposti dalla VIP COLOR snc di P.F. & C, da M.A.M. e da P.F. avverso gli avvisi di accertamento nn. (OMISSIS), (OMISSIS), (OMISSIS), (OMISSIS), (OMISSIS) e (OMISSIS).

Avverso detta decisione l’Agenzia delle Entrate proponeva appello innanzi alla CTR Piemonte.

Il giudice di seconde cure, con sentenza 789/19, dichiarava inammissibile l’appello per tardività

Avverso la detta sentenza ha proposto ricorso per Cassazione l’Agenzia delle Entrate sulla base di un motivo.

La VIP Color snc ha resistito con controricorso.

La causa è stata discussa in camera di consiglio ai sensi dell’art. 380 bis c.p.c..

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Con l’unico motivo di ricorso l’Agenzia delle Entrate contesta la ritenuta tardività del ricorso in quanto, essendo iniziati i giudizi prima del 4 luglio 2009, ad essi doveva applicarsi il termine di impugnazione annuale e non già semestrale come ritenuto dalla Commissione regionale.

Il motivo è manifestamente fondato.

La sentenza di primo grado è stata depositata il 23.6.17 mentre l’appello è stato inviato per la notifica il 17.7.18.

Deve ritenersi che la notifica sia avvenuta tempestivamente poiché il termine scadeva il 23.7.18, tenendo conto della sospensione feriale dei termini, in ragione del fatto che la stessa doveva avvenire entro un anno dall’avvenuto deposito, applicandosi nel caso di specie il termine annuale di cui all’art. 327 c.p.c. antecedente alla riforma di cui alla L. n. 69 del 2009 essendo stati introdotti i giudizi, poi riuniti, nel 2006.

In tal senso si è pronunciata questa Corte chiarendo che in tema di impugnazioni nel processo tributario, la modifica dell’art. 327 c.p.c., introdotta dalla L. n. 69 del 2009, art. 46, che ha sostituito con il termine di decadenza di sei mesi dalla pubblicazione della sentenza l’originario termine annuale, è applicabile, ai sensi dell’art. 58, comma 1, ai soli giudizi instaurati dopo la sua entrata in vigore e, quindi, dal 4 luglio 2009, restando irrilevante il momento dell’instaurazione di una successiva fase o di un successivo grado di giudizio.(Cass. 15741/13; Cass. 19978/18).

La stessa resistente Vip color snc non contesta la fondatezza dell’assunto dell’Agenzia limitandosi a chiedere il rinvio della causa alla Commissione regionale.

Il ricorso va quindi accolto nei termini di cui sopra, con conseguente cassazione della sentenza impugnata e rinvio alla CTR Piemonte, in diversa composizione, per nuovo giudizio e per la liquidazione delle spese del presente grado.

P.Q.M.

Accoglie il ricorso, cassa la sentenza impugnata e rinvia alla CTR Piemonte, in diversa composizione, anche per la liquidazione delle spese della presente fase.

Così deciso in Roma, il 6 ottobre 2021.

Depositato in Cancelleria il 26 novembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA