Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 36898 del 26/11/2021

Cassazione civile sez. un., 26/11/2021, (ud. 14/09/2021, dep. 26/11/2021), n.36898

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONI UNITE CIVILI

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. RAIMONDI Guido – Primo Presidente f.f. –

Dott. MANNA Felice – Presidente di Sez. –

Dott. MANZON Enrico – Consigliere –

Dott. SCARANO Luigi Alessandro – Consigliere –

Dott. GIUSTI Alberto – Consigliere –

Dott. CARRATO Aldo – Consigliere –

Dott. MARULLI Marco – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – rel. Consigliere –

Dott. MANCINO Rossana – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso R.g.n. 3997/2021 per regolamento di giurisdizione

proposto d’ufficio da:

COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI PALERMO con ordinanza n.

73/06/2021, depositata il 22/01/2021 nella causa tra:

V.R.;

– ricorrente non costituita in questa fase –

contro

RISCOSSIONE SICILIA S.P.A. AGENTE DELLA RISCOSSIONE PER LA PROVINCIA

DI PALEREMO;

– intimata –

Udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

14/09/2021 dal Consigliere Dott. ANTONIETTA SCRIMA;

lette le conclusioni scritte del Sostituto Procuratore Generale Dott.

ALESSANDRO PEPE, il quale chiede che sia dichiarata la giurisdizione

del Giudice Ordinario.

 

Fatto

FATTO E DIRITTO

Considerato che:

la controversia attiene all’opposizione proposta, inizialmente dinanzi al Giudice di pace di Palermo, da V.R. nei confronti di Riscossione Sicilia S.p.a. Agente della riscossione per la provincia di Palermo e avverso la cartella di pagamento n. (OMISSIS), dell’importo di Euro 3.365,61 a titolo indennità di occupazione di un immobile del Comune di Altofonte per l’anno 2016, somma che l’opponente sosteneva di non dovere in quanto la pretesa occupazione non sarebbe sussistita, non avendo la V. abitato l’immobile in questione “all’indomani dell’acquisizione dell’immobile da parte del Comune” predetto;

con sentenza resa in data 8 maggio 2019 il Giudice di pace adito dichiarò il proprio difetto di giurisdizione;

la V. riassunse il processo dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale di Palermo ed anche in quella sede non risulta essersi costituita Riscossione Sicilia S.p.a. Agente della riscossione per la provincia di Palermo;

quel Giudice Tributario, con ordinanza n. 73/06/2021, depositata il 22 gennaio 2021, ritenuto di non condividere la pronuncia del Giudice di pace nella parte in cui quel Giudice si è dichiarato carente di giurisdizione, sul rilievo che sussisterebbe la giurisdizione del G.O. a conoscere dell’opposizione in questione, posto che la cartella opposta non ha ad oggetto tributi, bensì il pagamento dell’indennità di occupazione da parte della ricorrente (che si assume abbia continuato ad utilizzare un bene immobile acquisito al patrimonio del comune in seguito alla demolizione ordinata dal Comune di Altofonte, mai eseguita), ha sollevato conflitto negativo di giurisdizione;

il conflitto negativo è stato avviato alla trattazione camerale sulla base delle conclusioni scritte, ai sensi dell’art. 380-ter c.p.c., del Pubblico Ministero, che ha chiesto dichiararsi la giurisdizione del giudice ordinario;

rilevato che:

l’indennità di occupazione di immobili comunali non costituisce un’entrata di carattere tributario; ne consegue che le controversie ad essa relative rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario e non di quella delle commissioni tributarie (arg. ex Cass., sez. un., ord., 1/10/2002, n. 14133; v., in tema di “occupazione generica di suolo pubblico”, Cass., sez. un., ord., 26/10/2015, n. 21950);

l’utilizzazione della procedura di riscossione mediante ruolo dell’entrata in questione non determina la trasformazione della natura della stessa da patrimoniale in tributaria;

ritenuto che:

alla luce di quanto sopra evidenziato, il proposto conflitto sia fondato e debba, pertanto, essere dichiarata la giurisdizione del Giudice Ordinario, dinanzi al quale le parti provvederanno alla riassunzione della causa nei termini di legge;

non vi sia luogo a statuire sulle spese, trattandosi di conflitto di giurisdizione sollevato d’ufficio, senza, peraltro, che le parti abbiano svolto attività difensiva in questa sede.

P.Q.M.

La Corte dichiara la giurisdizione del Giudice Ordinario in relazione

alla controversia all’esame.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio delle Sezioni Unite Civili della Corte Suprema di Cassazione, il 14 settembre 2021.

Depositato in Cancelleria il 26 novembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA