Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 36710 del 25/11/2021

Cassazione civile sez. lav., 25/11/2021, (ud. 21/09/2021, dep. 25/11/2021), n.36710

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE LAVORO

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. BRONZINI Giuseppe – Presidente –

Dott. LEONE Margherita Maria – Consigliere –

Dott. GARRI Fabrizia – rel. Consigliere –

Dott. PAGETTA Antonella – Consigliere –

Dott. PICCONE Valeria – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 27610-2017 proposto da:

FERROVIE DELLA CALABRIA S.R.L., – SOCIETA’ DI SERVIZI DI TRASPORTO

PUBBLICO, in persona del legale rappresentante pro tempore,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA ANGELO SECCHI 4, presso lo

studio dell’avvocato SERAFINO CONFORTI, rappresentata e difesa

dall’avvocato GIOVANNI QUINTIERI;

– ricorrente –

contro

M.F., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA CATANZARO,

15, presso lo studio dell’avvocato ROSAMARIA ABBRUZZO, rappresentato

e difeso dall’avvocato LOREDANA VELTRI;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 1529/2017 della CORTE D’APPELLO di CATANZARO,

depositata il 05/09/2017 R.G.N. 1662/2015;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del

21/09/2021 dal Consigliere Dott. FABRIZIA GARRI.

 

Fatto

RILEVATO

CHE:

1. la Corte di appello di Catanzaro in accoglimento del ricorso di M.F. ha accertato e dichiarato il diritto del lavoratore a percepire l’indennità di presenza, a decorrere dal 30.7.2005 e per ogni giorno di effettiva presenza, ed ha condannato Ferrovie della Calabria s.r.l. al pagamento delle relative differenze retributive con rivalutazione monetaria ed interessi legali dalle singole scadenze al soddisfo;

2. la Ferrovie della Calabria s.r.l. ha proposto ricorso per cassazione affidato ad un unico motivo. M.F. ha resistito con controricorso;

3. successivamente al deposito del ricorso i procuratori delle parti hanno depositato istanza di rinuncia al procedimento per essere stata transatta la controversia tra loro pendente ed hanno concluso chiedendo che venga dichiarata cessata la materia del contendere;

4. la Corte preso atto della dichiarazione ha invitato le parti a depositare copia della transazione rinviando la decisione;

5. con nota del 13 settembre 2021 è stata depositata la transazione citata nell’istanza di rinuncia.

Diritto

CONSIDERATO

CHE:

6. dall’esame della transazione depositata in atti, sottoscritta tra gli altri anche dal procuratore dell’odierno controricorrente munito di apposito mandato si evince che le parti hanno conciliato la controversia tra loro pendente avente ad oggetto il pagamento dell’indennità di presenza alle condizioni specificatamente riportate ai punti da A9 a G9 dell’atto depositato nel presente giudizio regolando anche le spese del giudizio (v. punto 7 della transazione citata).

7. Ne consegue che essendo venuta meno tra le parti ogni ragione oggetto della presente controversia deve essere dichiarata cessata la materia del contendere anche con riguardo alle spese ed in tal senso deve essere definita la controversia.

8. Ai sensi del D.P.R. n. 115 del 2002, art. 13, comma 1 quater va dato della non sussistenza dei presupposti processuali per il versamento da parte della ricorrente dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello previsto per il ricorso a norma dell’art. 13, comma 1 bis citato D.P.R., se dovuto.

P.Q.M.

La Corte dichiara cessata la materia del contendere anche in ordine alle spese del giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, nell’Adunanza camerale, il 21 settembre 2021.

Depositato in Cancelleria il 25 novembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA