Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 36633 del 25/11/2021

Cassazione civile sez. III, 25/11/2021, (ud. 11/03/2021, dep. 25/11/2021), n.36633

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele Gaetano Antonio – Presidente –

Dott. SCARANO Luigi Alessandro – rel. Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. IANNELLO Emilio – Consigliere –

Dott. MOSCARINI Anna – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 2810/2019 proposto da:

R.I., B.B.F., R.A., elettivamente

domiciliati in ROMA, VIA GIROLAMO VITELLI 10/C, presso lo studio

dell’avvocato FABIO DI MATTEO, rappresentati e difesi dall’avvocato

SERAFINO PICERNO;

– ricorrenti –

contro

M.M., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA MAGNAGRECIA

13, presso lo studio dell’avvocato SEBASTIANO DI LASCIO, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato GIOVANNI MARTINO;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 1808/2018 della CORTE D’APPELLO di BARI,

depositata il 31/10/2018;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

11/3/2021 dal Consigliere Dott. LUIGI ALESSANDRO SCARANO.

 

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

I sigg. R.A. ed I. e B.B.F. propongono ricorso per cassazione avverso la sentenza della Corte d’Appello di Bari n. 1808/2018.

Resiste con controricorso il sig. M.M..

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Va pregiudizialmente osservato che anteriormente all’udienza camerale le parti hanno depositato in Cancelleria dichiarazione congiunta di rinuncia al ricorso e di relativa accettazione sottoscritta dalle medesime e dai relativi difensori,

Deve in proposito sottolinearsi che la rinunzia è stata originariamente sottoscritta dall’avv. Giovanni Martino, difensore del resistente sig. M.M., non cassazionista, ma successivamente tale atto è stato integrato con invio a mezzo pec di atto di rinunzia recante la sottoscrizione anche del codifensore avv. Sebastiano Di Lascio, avvocato cassazionista.

Il giudizio per cassazione va dichiarato pertanto estinto per rinunzia.

Ai sensi dell’art. 391 c.p.c., non è a farsi luogo a pronunzi in ordine alle spese del giudizio di cassazione.

P.Q.M.

La Corte dichiara estinto il giudizio di cassazione per rinunzia.

Così deciso in Roma, il 11 marzo 2021.

Depositato in Cancelleria il 25 novembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA