Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 36254 del 23/11/2021

Cassazione civile sez. III, 23/11/2021, (ud. 06/07/2021, dep. 23/11/2021), n.36254

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele Gaetano Antonio – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – Consigliere –

Dott. SCARANO Luigi Alessandro – Consigliere –

Dott. SCODITTI Enrico – Consigliere –

Dott. MOSCARINI Anna – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 34465/2018 proposto da:

S.F., rappresentanto e difeso dall’avvocato GIORGIO POLVERINO,

ed elettivamente domiciliato presso lo studio del medesimo pec:

(giorgiopolverino.pec.studiopolverino.it);

– ricorrente –

contro

FALLIMENTO (OMISSIS), e di S.G., quale titolare della ditta

“Galleria Marcina” in persona del curatore fallimentare,

rappresentato e difeso dall’avvocato TECLA BIANCO, e con la medesima

elettivamente domiciliato in ROMA, VIA TREBBIA, 3, presso lo studio

dell’avvocato ANTONIETTA CASSESE.

– controricorrenti –

e contro

FALLIMENTO (OMISSIS), CREDITO ITALIANO SPA, BANCA DI CREDITO POPOLARE

SOC. COOP. PA, F.F.;

– intimati –

avverso la sentenza n. 1186/2017 della CORTE D’APPELLO di SALERNO,

depositata il 04/12/2017;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

06/07/2021 dal Consigliere Dott. ANNA MOSCARINI.

 

Fatto

RITENUTO

che:

1. La Banca di Credito popolare società cooperativa, assumendo di essere creditrice di S.G. quale fideiussore di S.D., suo debitore principale, con atto di citazione dell’8/5/2001, convenne in giudizio, davanti al Tribunale di Salerno, S.G. e S.F. per sentir dichiarare la simulazione assoluta di un atto di compravendita immobiliare intercorso tra i convenuti o, in subordine, la sua inefficacia ex art. 2901 c.c., in quanto pregiudizievole alla soddisfazione del credito.

Istituitosi il contraddittorio con i S., altri due creditori dei medesimi – F.F. ed il Credito Italiano SpA – svolsero intervento volontario a sostegno delle domande dell’attrice. Nel corso del giudizio fu dichiarato il fallimento della società di fatto S.D. e S.G. nonché di S.G., quale titolare della ditta individuale “Galleria Marcina” e il curatore fu autorizzato a proseguire il giudizio di simulazione e revocatoria a tutela degli interessi della massa dei creditori del fallimento.

2. Il Tribunale di Salerno, con sentenza n. 94 del 2009 dichiarò improcedibili le domande degli interventori ed accolse la domanda di simulazione assoluta dell’atto di compravendita immobiliare, dichiarandone la nullità.

3. La sentenza fu impugnata da S.G. e S.F. e decisa dalla Corte d’Appello di Salerno, con sentenza n. 1186 del 2017, nel senso del rigetto dell’appello.

4. S.F. ha proposto ricorso per la cassazione della sentenza ed il curatore dei due fallimenti ha resistito con controricorso.

Nelle more della fissazione della presente Adunanza Camerale, S.F. ha notificato alle parti resistenti un atto di rinuncia al ricorso, sottoscritto da lui e dall’avvocato Giorgio Polverino, con il quale ha dato atto dell’intervenuto accordo con la Curatela. La Curatela del Fallimento della società di fatto (OMISSIS) e la curatela del fallimento di S.G., quale titolare della ditta “Galleria Marcina” ha a sua volta notificato a S.F. adesione alla rinuncia al ricorso, sottoscritta dal curatore e dal legale Tecla Bianco (e Roberto Pennasilico). Entrambi gli atti, su richiesta di questa Corte, sono stati depositati con le relate di notifica e le attestazioni della notifica telematica.

Diritto

CONSIDERATO

che:

La rinuncia del ricorrente appare ritualmente formulata e risulta accompagnata dall’adesione della parte resistente.

Ne discende che si deve dichiarare estinto il giudizio di cassazione e non si deve provvedere sulle spese. Ne’ sussistono i presupposti per il versamento, da parte del ricorrente, del cd. raddoppio del contributo unificato.

P.Q.M.

La Corte dichiara l’estinzione del giudizio di cassazione. Nulla sulle spese. Nulla sul doppio contributo.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Sezione Terza Civile, il 6 luglio 2021.

Depositato in Cancelleria il 23 novembre 2021

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA