Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 33530 del 27/12/2018

Cassazione civile sez. VI, 27/12/2018, (ud. 20/09/2018, dep. 27/12/2018), n.33530

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. FRASCA Raffaele – Presidente –

Dott. SESTINI Danilo – Consigliere –

Dott. OLIVIERI Stefano – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – Consigliere –

Dott. ROSSETTI Marco – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 9797-2017 proposto da:

B.G.A., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA

ADDA 55, presso lo studio dell’avvocato NICOLA FRANCIONI, che lo

rappresenta e difende unitamente all’avvocato PIERO RUGGIERO;

– ricorrente –

contro

FAS SRL ” in persona del legale rappresentante, elettivamente

domiciliata in ROMA, VIA DELLA GIULIANA 82, presso lo studio

dell’avvocato PATRIZIA ANTONELLI, rappresentata e difesa

dall’avvocato MAURIZIO MARELLO;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 1749/2016 della CORTI D’APPELLO di TORINO,

emessa il 16/09/2016;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 20/09/2018 dal Consigliere Relatore Dott. MARCO

ROSSETTI.

la Corte

Fatto

RILEVATO

che il dies ad quem del termine per proporre il ricorso per cassazione (8.4.2017) cadde di sabato, sicchè deve ritenersi tempestiva la notifica avvenuta con atto consegnato all’ufficiale giudiziario il lunedì successivo, 10.4.2017;

ritenuto che, non sussistendo tale causa di inammissibilità prospettata nella proposta ex art. 380 bis c.p.c., le questioni poste dal ricorso non possano essere trattate nelle forme semplificate dell’udienza camerale;

P.Q.M.

rinvia la causa alla pubblica udienza.

Così deciso in Roma, il 20 settembre 2018.

Depositato in Cancelleria il 27 dicembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA