Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 33414 del 17/12/2019

Cassazione civile sez. II, 17/12/2019, (ud. 30/05/2019, dep. 17/12/2019), n.33414

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. MANNA Felice – Presidente –

Dott. SAN GIORGIO Maria Rosaria – Consigliere –

Dott. PICARONI Elisa – Consigliere –

Dott. GRASSO Giuseppe – rel. Consigliere –

Dott. VARRONE Luca – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 26726/2015 proposto da:

R.N., elettivamente domiciliata in ROMA, VIA CELIMONTANA

38, presso lo studio dell’avvocato PAOLO PANARITI, rappresentata e

difesa dall’avvocato ANNA DONDI;

– ricorrente –

contro

LA ROCCA Società Cooperativa a r.l. in liquidazione, in persona del

Liquidatore Sig. T.C., elettivamente domiciliata in ROMA,

VIA F. DENZA 15, presso lo studio dell’avvocato STEFANO MASTROLILLI,

che la rappresenta e difende unitamente all’avvocato CARLO TRAVERSO;

B.A., B.E., BU.MA., elettivamente domiciliati

in ROMA, VIA VITTORIA COLONNA 27, presso lo studio dell’avvocato

FABIO PANTALONI, rappresentati e difesi dall’avvocato CLAUDIO

SIMONELLI;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 585/2015 della CORTE D’APPELLO di TORINO,

depositata il 26/03/2015;

udita la relazione della causa svolta nella Pubblica udienza del

30/05/2019 dal Consigliere Dott. GIUSEPPE GRASSO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CELESTE Alberto, che ha concluso per l’estinzione del procedimento

di cassazione per intervenuta rinuncia.

Fatto

FATTO E DIRITTO

ritenuto che R.N. ricorreva avverso la sentenza della Corte d’appello di Torino di cui epigrafe, nei confronti della società cooperativa a r.l. in liquidazione La Rocca, di A.B. di E.B. e Ma.Bu.;

che la società cooperativa depositava controricorso;

che il 9 maggio 2019 la ricorrente rinunciava al ricorso e che in pari data i B. accettavano la rinuncia (questo, infatti, è l’univoco significato dell’espressione del di loro procuratore “per presa visione e consenso” apposto in calce all’atto);

che, per contro, non consta accettazione da parte della società controricorrente;

che, pertanto, s’impone declaratoria d’estinzione del giudizio, con statuizione sulle spese in favore della società La Rocca, a mente dell’art. 391 c.p.c., u.c.;

che le predette spese possono liquidarsi siccome in dispositivo, tenuto conto del valore e della qualità della causa, nonchè delle attività svolte.

P.Q.M.

dichiara l’estinzione del giudizio e condanna la ricorrente al pagamento in favore della società cooperativa a r.l. in liquidazione La Rocca delle spese del giudizio di legittimità, che liquida in Euro 2.300,00 per compensi, oltre alle spese forfettarie nella misura del 15 per cento, agli esborsi liquidati in Euro 200,00, e agli accessori di legge.

Così deciso in Roma, il 30 maggio 2019.

Depositato in Cancelleria il 17 dicembre 2019

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA