Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 32994 del 13/12/2019

Cassazione civile sez. II, 13/12/2019, (ud. 02/10/2019, dep. 13/12/2019), n.32994

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SECONDA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. COSENTINO Antonello – Presidente –

Dott. DE MARZO Giuseppe – Consigliere –

Dott. CRISCUOLO Mauro – Consigliere –

Dott. DONGIACOMO Giuseppe – Consigliere –

Dott. OLIVA Stefano – rel. Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA

sul ricorso 10817/2016 proposto da:

POLESINE ACQUE S.P.A., in persona del legale rappresentante pro

tempore, e P.L., rappresentati e difesi dagli avvocati

ANTONIO CORRAINI e CINZIA SILVESTRI e domiciliati presso la

cancelleria della Corte di Cassazione;

– ricorrenti –

contro

PROVINCIA di ROVIGO, in persona del Presidente pro tempore,

elettivamente domiciliato in ROMA, LARGO ECUADOR n. 6, presso lo

studio dell’avvocato NICOLA MASSAFRA, rappresentato e difeso

dall’avvocato LICIA PAPARELLA;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 169/2015 del TRIBUNALE di ROVIGO;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

02/10/2019 dal Consigliere Dott. STEFANO OLIVA;

udito il P.G. nella persona del Sostituto Dott. ALBERTO CELESTE, che

ha concluso per l’estinzione del ricorso.

Fatto

FATTI DI CAUSA

A seguito dell’ordinanza di inammissibilità dell’appello resa dalla Corte di Appello di Venezia ai sensi degli artt. 348 bis e ter c.p.c., in data 9.2.2016, P.L. e Polesine Acque S.p.A., con ricorso notificato il 19.4.2016, hanno invocato la cassazione della sentenza di primo grado n. 169015 resa dal Tribunale di Rovigo in data 9.2.2015.

Ha resistito con controricorso la Provincia di Rovigo.

In forza di procura alle liti autenticata nelle firme dal notaio C. in Rovigo, rep. (OMISSIS), si è costituita nel presente giudizio di legittimità, nell’interesse dei ricorrenti, l’avv. Cinzia Silvestri in aggiunta all’avv. Antonio Corraini, già nominato con procura speciale unita al ricorso per cassazione.

In data 11.9.2019 è stato depositato atto di rinuncia al ricorso concordata ed accettata dalla parte contro ricorrente.

Diritto

RAGIONI DELLA DECISIONE

Alla luce della rinuncia depositata, debitamente sottoscritta dai procuratori di ambo le parti, muniti di specifica procura a transigere e rinunciare, va dichiarata l’estinzione del presente giudizio di legittimità. Nulla per le spese, avendo le parti nell’atto di cui sopra espressamente chiesto la loro compensazione.

P.Q.M.

La Corte dichiara estinto il presente giudizio di legittimità.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della Civile Seconda, il 2 ottobre 2019.

Depositato in Cancelleria il 13 dicembre 2019

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA