Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 32542 del 14/12/2018

Cassazione civile sez. I, 14/12/2018, (ud. 03/12/2018, dep. 14/12/2018), n.32542

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE PRIMA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. GIANCOLA Maria Cristina – Presidente –

Dott. GENOVESE Francesco A. – Consigliere –

Dott. MELONI Marina – Consigliere –

Dott. TRICOMI Laura – rel. Consigliere –

Dott. IOFRIDA Giulia – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 10166/2017 proposto da:

T.V., elettivamente domiciliato in Roma, Via Monte

Zebio n. 30, presso lo studio dell’avvocato Camici Giammaria,

rappresentato e difeso dagli avvocati Figone Alberto, Odino Ada,

giusta procura in calce al ricorso;

– ricorrente –

contro

F.M., elettivamente domiciliata in Roma, Piazza Borghese

n. 3, presso lo studio dell’avvocato Regoli Giorgia, rappresentata e

difesa dall’avvocato Coruzzi Pier Luigi, giusta procura a margine

del controricorso;

– controricorrente –

contro

Procuratore della Repubblica presso la Corte di Appello di Venezia;

– intimato –

avverso il decreto n. 4977/2016 della CORTE D’APPELLO di VENEZIA,

depositata il 08/11/2016;

udita la relazione della causa svolta nella Camera di consiglio del

03/12/2018 dal Cons. Dott. TRICOMI LAURA.

Fatto

RILEVATO

che:

Il ricorso in oggetto è stato fissato per la trattazione all’adunanza camerale del 3 dicembre 2018 ex art. 380 bis 1 c.p.c.;

Non risultano essere state eseguite tutte le comunicazioni di rito, a cura della Cancelleria, ai difensori costituiti di entrambe le parti;

Va disposto il rinvio a nuovo ruolo della controversia.

P.Q.M.

– Dispone il rinvio a nuovo ruolo della controversia.

Manda alla Cancelleria per gli adempimenti.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio, il 3 dicembre 2018.

Depositato in Cancelleria il 14 dicembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA