Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 31971 del 11/12/2018

Cassazione civile sez. III, 11/12/2018, (ud. 07/11/2018, dep. 11/12/2018), n.31971

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE TERZA CIVILE

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMENDOLA Adelaide – Presidente –

Dott. SCARANO Luigi Alessandro – rel. Consigliere –

Dott. GRAZIOSI Chiara – Consigliere –

Dott. GIANNITI Pasquale – Consigliere –

Dott. POSITANO Gabriele – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

SENTENZA

sul ricorso 26408/2016 proposto da:

BRITISH AMERICAN TOBACCO BAT ITALIA, in persona dell’Amministratore

Delegato e legale rappresentante pro tempore Ing. C.A.,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIALE BRUNO BUOZZI 99, presso lo

studio dell’avvocato CARMINE PUNZI, che la rappresenta e difende

unitamente all’avvocato ROBERTO POLI giusta procura speciale a

margine del ricorso;

– ricorrente –

contro

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI, (OMISSIS), in persona del legale

rappresentante pro tempore, domiciliata ex lege in ROMA, VIA DEI

PORTOGHESI 12, presso l’AVVOCATURA GENERALE DELLO STATO, da cui è

rappresentata e difesa per legge;

S.O., S.C., C.R.,

S.V., in proprio e nella qualità di eredi del sig. S.A.,

elettivamente domiciliati in ROMA, VIA LUIGI LILIO 95, presso lo

studio dell’avvocato TEODORO CARSILLO, che li rappresenta e difende

unitamente all’avvocato ANGELO CARDARELLA giusta procura speciale a

margine del controricorso;

– controricorrenti –

avverso la sentenza n. 1432/2016 della CORTE D’APPELLO di MILANO,

depositata il 13/04/2016;

udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del

07/11/2018 dal Consigliere Dott. LUIGI ALESSANDRO SCARANO;

udito il P.M., in persona del Sostituto Procuratore Generale Dott.

CARDINO Alberto, che ha concluso per l’estinzione per cessata

materia del contendere;

udito l’Avvocato ROBERTO POLI;

udito l’Avvocato PIO MARRONE;

udito l’Avvocato TEODORO CARSILLO.

Fatto

SVOLGIMENTO DEL PROCESSO

La società British American Tobacco – B.A.T. Italia s.p.a. propone ricorso per cassazione avverso la sentenza del 13/4/2016 della Corte d’Appello di Milano.

Resistono con separati controricorsi i sigg. S.O. ed altri e l’Agenzia delle Dogane.

Diritto

MOTIVI DELLA DECISIONE

Va pregiudizialmente osservato che anteriormente all’udienza è stato in data 2/11/2018 depositato in Cancelleria “atto di composizione stragiudiziale della lite” d.d. 31/10/2018, sottoscritto dalle parti e dai rispettivi difensori, non anche dall’Avvocatura dello Stato per l’Agenzia delle Dogane.

La detta dichiarazione attesta la sopravvenuta carenza di interesse della ricorrente alla pronunzia sulle censure ivi formulate avverso l’impugnata sentenza, e determina l’estinzione del giudizio di cassazione (cfr. Cass., Sez. Un., 17/2/2005, n. 3129; Cass., 3/10/2005, n. 19295. V. altresì Cass., 24/3/2005, n. 6348; Cass., 23/12/2005, n. 28675). Con compensazione tra tutte le parti delle spese del giudizio di cassazione.

P.Q.M.

La Corte dichiara il ricorso inammissibile per sopravvenuta carenza d’interesse. Compensa tra tutte le parti le spese del giudizio di cassazione.

Così deciso in Roma, il 7 novembre 2018.

Depositato in Cancelleria il 11 dicembre 2018

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA