Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 31519 del 05/12/2018

Cassazione civile sez. VI, 05/12/2018, (ud. 17/05/2018, dep. 05/12/2018), n.31519

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 3

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati:

Dott. AMENDOLA Adelaide – Presidente –

Dott. DE STEFANO Franco – Consigliere –

Dott. SCRIMA Antonietta – rel. Consigliere –

Dott. CIRILLO Francesco Maria – Consigliere –

Dott. PELLECCHIA Antonella – Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

ORDINANZA INTERLOCUTORIA

sul ricorso 13735-2017 proposto da:

PENNACCHI C. SRL, in persona del legale rappresentante pro tempore,

elettivamente domiciliata in ROMA, VIA CIVITAVECCHIA 7, presso lo

studio dell’avvocato LORENZO GRISOSTOMI TRAVAGLINI, che la

rappresenta e difende unitamente all’avvocato ROBERTO CORI;

– ricorrente –

contro

P.M., elettivamente domiciliato in ROMA, VIA COSTANTINO MORIN

45, presso lo studio dell’avvocato MICHELE ARDITI DI CASTELVETERE,

rappresentato e difeso dall’avvocato PATRIZIA DI MICCO;

– controricorrente –

avverso la sentenza n. 2357/2017 della CORTE D’APPELLO di ROMA,

depositata il 5/04/2017;

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non

partecipata del 17/05/2018 dal Consigliere Dott. ANTONIETTA SCRIMA.

Fatto

RITENUTO

che:

con ricorso basato su due motivi e illustrato da memoria, la Pennacchi C. S.r.l. ha impugnato la sentenza della Corte di appello di Roma, pubblicata il 5 aprile 2017, con cui, in accoglimento del gravame proposto dal P. e in riforma della sentenza del Tribunale di Latina n. 44/2016, è stata accolta l’opposizione proposta da P.M. avverso il d.i. n. 58/2013 emesso da quel Tribunale ed è stato revocato tale d.i. con condanna dell’appellata al pagamento delle spese di entrambi i gradi del giudizio di merito;

P.M. ha resistito con controricorso pure illustrato da memoria; la proposta di improcedibilità del ricorso, formulata dal relatore, ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c., è stata comunicata, unitamente al decreto di fissazione dell’adunanza in camera di consiglio;

Considerato che: tra l’adunanza camerale e il deposito dell’ordinanza, con riferimento al tema dell’improcedibilità del ricorso per cassazione, si sono pronunciate le Sezioni Unite di questa Corte con sentenza n. 22438/18 e che, da ultimo, con O.I. 28844/18, sono stati rimessi gli atti al Primo Presidente di questa Corte per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite di ulteriori questioni sempre relative all’improcedibilità del ricorso per cassazione;

ritenuto che: non sussistono le condizioni di cui all’art. 375 c.p.c., per la trattazione camerale del ricorso ai sensi dell’art. 380-bis c.p.c..

P.Q.M.

La Corte rimette la causa alla Terza Sezione civile ai sensi dell’ultimo comma dell’art. 380-bis c.p.c..

Si comunichi.

Così deciso in Roma, nella Camera di consiglio della 6-3 Sezione civile della Corte suprema di Cassazione, in seguito a riconvocazione, il 13 novembre 2018.

Depositato in Cancelleria il 5 dicembre 2018

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA