Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 30973 del 27/12/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 30973 Anno 2017
Presidente: AMENDOLA ADELAIDE
Relatore: GRAZIOSI CHIARA

ORDINANZA ; t\J R LO Cu TOR+
sul ricorso 22735-2016 proposto da:
BARBARA SALVATORE, in proprio e quale legale rappresentante
della ditta Barbara Rocco sas, elettivamente domiciliato in ROMA,
VIA PORTUENSE N 104, presso la sig.ra ANTONIA DE
ANGELIS, rappresentato e difeso dall’avvocato VITO
COSENTINO;
– ricorrente contro
TELECOM ITALIA SPA 00471850016;
– intimata avverso la sentenza n. 1113/2016 del TRIBUNALE di
CATANZARO, depositata il 14/07/2016;

Data pubblicazione: 27/12/2017

udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio non
partecipata del 12/10/2017 dal Consigliere Dott. CHIARA

GRAZIOSI.

Ric. 2016 n. 22735 sez. M3 – ud. 12-10-2017
-2-

La Corte

22735/2016

rilevato che il Tribunale di Catanzaro, con sentenza del 14 luglio 2016, ha accolto l’appello
proposto da Telecom Italia S.p.A. avverso sentenza emessa il 28 gennaio 2011 dal giudice di
pace di Davoli che, accogliendo la correlata domanda di Salvatore Barbara, aveva condannato
Telecom Italia S.p.A. a corrispondere al suddetto attore la somma C 4000 quale indennizzo e

Barbara utilizzava per la sua attività commerciale;
rilevato che il Barbara ha proposto ricorso, dal quale non si difende l’intimata Teleconn Italia
S.p.A;
ritenuto pertanto che il ricorso deve essere rimesso alla Terza Sezione Civile ai sensi
dell’articolo 380 bis, terzo comma, c.p.c.;

P.Q.M.

Rimette la causa alla Terza Sezione Civile.
Così deciso in Roma, il 12 ottobre 2017

Il Presidente

risarcimento dei danni per disservizio derivato da interruzione della linea telefonica che il

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA