Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 30967 del 27/12/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 6 Num. 30967 Anno 2017
Presidente: IACOBELLIS MARCELLO
Relatore: CARBONE ENRICO

ORDINANZA
sul ricorso iscritto al n. 3869/2017 R.G. proposto da
Riscossione Sicilia s.p.a., rappresentata e difesa dall’Avv. Diego
Ferraro, elettivamente domiciliata in Roma alla via Magliano Sabina
n. 22 presso lo studio dell’Avv. Maria Rita Marchese, per procura in
calce al ricorso;
– ricorrente contro
Pecoraro Pietro;
– intimato avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale della
Sicilia n. 2550/29/16 depositata il 29 giugno 2016.
Udita la relazione svolta dal Consigliere Enrico Carbone
nell’adunanza ex art. 380-bis c.p.c. del 5 dicembre 2017.
ATTESO CHE
– Riscossione Sicilia s.p,a: impugna per cassazione la sentenza che
ha accolto l’appello di Pietro Pecoraro e annullato le cartelle di
pagamento a lui notificate per registro, IRPEF e addizionali sugli
anni d’imposta 1998, 2000, 2002, 2003 e 2004.

)04

Data pubblicazione: 27/12/2017


Il Collegio ha disposto adottarsi la motivazione semplificata.
Il ricorso denuncia violazione degli artt. 115 e 116 c.p.c. e d.lgs.
546/1992, per aver il giudice d’appello omesso di valutare i
documenti di notifica delle cartelle e ritenuto quindi la stessa
inesistente senza possibilità di sanatoria per raggiungimento
dello scopo.

inesistente solo quando manchi materialmente o difetti degli
elementi essenziali di riconoscibilità, mentre ogni altra difformità
dal modello legale determina nullità sanabile

ex tunc per

raggiungimento dello scopo (Cass. 21865/2016 Rv. 641550);
nella specie, il giudice d’appello ha ritenuto l’inesistenza per non
meglio precisate «inosservanze procedurali», così violando il
principio di diritto che configura l’insanabilità del vizio come
fattispecie del tutto eccezionale.
Il ricorso va accolto e la sentenza cassata, con rinvio per nuovo
esame e regolamento delle spese.
P. Q. M.
Accoglie il ricorso, cassa la sentenza e rinvia alla Commissione
tributaria regionale della Sicilia in diversa composizione, anche per
le spese del giudizio di legittimità.
Così deciso in Roma, il 5 dicembre 2017.

Il ricorso è fondato: la notifica della cartella di pagamento è

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA