Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 30955 del 27/12/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 2 Num. 30955 Anno 2017
Presidente: MATERA LINA
Relatore: BELLINI UBALDO

ORDINANZA

sul ricorso 24640-2013 proposto da:
CARISSIMI GIACOMINA e GALIANO SPARTACO, elettivamente
domiciliati in ROMA, VIA PASUBIO 15, presso lo studio
dell’avvocato CARLO TARDELLA, che li rappresenta e difende;
– ricorrenti contro
SCIPIONI DANIELA e SCIPIONI ROBERTO, elettivamente
domiciliati in ROMA, VIA SEBINO 11, presso lo studio
dell’avvocato SALVATORE CAIANIELLO,

che li rappresenta e

difende;
– con troricorrenti nonchè da
SCIPIONI OSVALDO, elettivamente domiciliato in ROMA, VIA
SEBINO 11, presso lo studio dell’avvocato SALVATORE
CAIANIELLO, che lo rappresenta e difende;
– ricorrente –

Data pubblicazione: 27/12/2017

Contro

CARISSIMI GIACOMINA e GALIANO SPARTACO, come sopra
domiciliati e rappresentati;
– con troricorrenti –

D’APPELLO di ROMA, depositata il 04/10/2012;
udita la relazione della causa svolta nella pubblica udienza del
08/11/2017 dal Consigliere Dott. UBALDO BELLINI;
udito il P.M. in persona del Sostituto Procuratore Generale
Dott. LUCIO CAPASSO, che ha concluso per la dichiarazione di
estinzione del giudizio per rinuncia.
Ritenuto che Giacomina Carissimi e Spartaco Galiano
hanno proposto ricorso per cassazione, nei confronti di Daniela
e Roberto Scipioni, avverso la sentenza della Corte d’Appello di
Roma, di cui in epigrafe, che ha rigettato l’appello principale
per la riforma della sentenza del Tribunale di Roma, n.
15969/2004, avente ad oggetto la domanda di trasferimento
ex art. 2932 cod. civ. di un immobile o in subordine la
risoluzione per inadempimento del relativo preliminare di
compravendita;
che Daniela e Roberto Scipioni hanno resistito con
controricorso;
che, a sua volta, Osvaldo Scipioni ha ricorso, nei
confronti di Giacomina Carissimi e Spartaco Galiano, per la
cassazione della medesima sentenza della Corte d’Appello di
Roma, che ha accolto l’appello ordinando il rilascio
dell’immobile in favore degli appellanti;
che Giacomina Carissimi e Spartaco Galiano hanno
resistito con controricorso.
Ritenuto che, con atti in data 6/11/2014, le parti
personalmente – premesso di essere addivenute ad un bonario
2

avverso la sentenza parziale n. 4837/2012 della CORTE

componimento della vicenda — hanno rinunciato agli atti ed
all’azione, sia come ricorrenti che come controricorrenti,
accettando le rispettive rinunzie;
che detti atti sono sottoscritti dale parti e dai difensori.
Considerato che, alla luce di quanto sopra e visto il

processo va dichiarato estinto e che, stante le rispettive
accettazioni delle rinuncie, nulla va statuito sulle spese;
P. Q. M.
dichiara l’estinzione del giudizio di cassazione.
Roma, 8 novembre 2017

Il Presi tete
Lina atera

Ro m a ,

27

2017

combinato disposto degli artt. 306-390 cod. proc. civ., il

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA