Sentenza Sentenza Cassazione Civile n. 30836 del 22/12/2017


Clicca qui per richiedere la rimozione dei dati personali dalla sentenza

Civile Ord. Sez. 5 Num. 30836 Anno 2017
Presidente: BRUSCHETTA ERNESTINO LUIGI
Relatore: FUOCHI TINARELLI GIUSEPPE

ordinanza
sul ricorso iscritto al n. 14526/2012 R.G. proposto da
Tre C di Pasqualino Contu e C. Snc, rappresentata e difesa
dall’Avv. Lorenzo Palermo, con domicilio eletto presso l’Avv.
Raffaele Izzo, in Roma Lungotevere Marzio n. 3, giusta procura
speciale in calce al ricorso;
– ricorrente contro
Agenzia delle entrate,

in persona del Direttore pro tempore,

rappresentata e difesa dall’Avvocatura Generale dello Stato, presso
la quale è domiciliata in Roma, via dei Portoghesi n. 12;
– controricorrente avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale della
Sardegna n. 97/4/11, depositata il 6 dicembre 2011.
Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del 10 ottobre
2017 dal Consigliere Giuseppe Fuochi Tinarelli;
RILEVATO CHE
– Tre C di Pasqualino Contu e C. Snc impugna per cassazione la
decisione della CTR della Sardegna in epigrafe che, con riguardo
all’avviso di irrogazione di sanzioni per l’utilizzo in compensazione
di crediti in misura superiore a quella di legge, aveva dichiarato

Data pubblicazione: 22/12/2017

inammissibile l’appello avverso la decisione sfavorevole di primo
grado per carente specificità dei motivi di gravame;
– assume, con due motivi, la violazione dell’art. 342 c.p.c. avendo il
ricorrente ritualmente formulato, con l’atto di gravame, distinte
doglianze, nonché carente motivazione e violazione degli artt. 36
d.lgs. n. 546 del 1992 e 112 c.p.c.;

del ricorso;

CONSIDERATO CHE

con atto depositato il 14 settembre 2017 il ricorrente ha

rinunziato al giudizio, che, pertanto, va dichiarato estinto con
spese, liquidate come in dispositivo, a carico della parte stessa;
P.Q.M.
La Corte dichiara estinto il giudizio per rinunzia al ricorso;
condanna il ricorrente al pagamento delle spese, che liquida in
complessivi euro 2.800,00, oltre spese prenotate a debito.
Deciso in Roma, nell’adunanza camerale del 10 ottobre 2017
Il Presidente
[mestino Luigi Bruschetta

– l’Agenzia delle entrate deduce l’inammissibilità e l’infondatezza

Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

LEGGI ANCHE


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA